L’IC RAPALLO VINCE IL BANDO SCUOLA “ATTIVA LA CULTURA”

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Scarica la scheda con la domanda di partecipazione a una o più delle iniziative del progetto

Si apre con una vittoria l’anno scolastico dell’Istituto Comprensivo Rapallo. E’ quella del bando Scuola attiva la Cultura, promosso dal MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) per ampliare l’offerta culturale delle città grazie all’apertura in orario extra curricolare delle scuole e alla realizzazione di iniziative per migliorarne il volto. L’IC Rapallo, che riceverà un finanziamento di oltre 56.000 euro per il suo progetto Scuola XXL, è stata una delle tre scuole premiate in Liguria (71 in tutta Italia). Il bando si inserisce nel quadro delle azioni messe in atto con il Piano Cultura Futuro Urbano, un programma MIBAC che promuove la collaborazione civica tra istituzioni pubbliche, soggetti privati locali, società civile organizzata, artisti e creativi, finanziando progetti che prevedono il coinvolgimento degli abitanti di comunità e quartieri complessi. Scuola XXL, il progetto presentato dall’IC Rapallo, si propone di contrastare la dispersione scolastica e l’analfabetismo di ritorno con l’offerta, non solo agli alunni ma anche agli adulti, di attività pomeridiane che garantiscano continuità nell’apprendimento, partecipazione e inclusione sociale, valorizzando le più svariate competenze dei partecipanti. In collaborazione con il Comune di Rapallo, sarà possibile migliorare il livello dell’offerta culturale e delle opportunità per giovani e adulti, realizzando attività che possano creare nuove competenze certificabili e “spendibili” anche in futuri contesti lavorativi. Il progetto, costruito insieme con l’architetto Alessandra Rotta, attenta studiosa della cultura e storia locale, prevede a puro titolo esemplificativo laboratori di fotografia, corsi di preparazione alla certificazione ECDL, stampa di oggetti in 3D, corsi di lingue inglese e francese finalizzati alla certificazione, teatro, canto corale, giardinaggio, robotica educativa; la realizzazione di spazi collaborativi: progetto Nonni 3.0 (i giovani fanno da tutors agli anziani sull’uso di pc, tablet e cellulare), progetto ludoteca, il progetto doposcuola; incontri per genitori su temi educativi. Ma non mancheranno momenti di creatività urbana, come la realizzazione di murales, un laboratorio creativo sul riciclo, attività di valorizzazione ambientale e culturali come mostre temporanee, cineforum, inviti alla lettura, incontri con autori ed esperti; infine la valorizzazione della città attraverso approfondimenti dei monumenti artistici, delle attrazioni paesaggistiche e delle attività culturali del Comune di Rapallo, con la preparazione di appositi depliant per turisti, tradotti in inglese e francese, con l’ambizione di creare una app che racconti la città ai suoi visitatori. “Spesso di fronte a problemi come ex alunni che non studiano e non lavorano o famiglie in condizioni di deprivazione culturale ci siamo trovati a pensare che la scuola dovrebbe essere capace di influire anche sul contesto in cui i ragazzi vivono – commenta Giacomo Daneri, dirigente scolastico dell’IC Rapallo – L’idea di una scuola extralarge nasce da questa esigenza: che la scuola esca dai suoi spazi tradizionali coinvolgendo la comunità in cui si trova. Il lavoro di squadra sperimentato negli anni scorsi con l’amministrazione comunale e gli altri soggetti della società civile permette di condividere efficacemente finalità e azioni: fino ad oggi l’obiettivo comune era migliorare il successo formativo degli allievi, ora il progetto diventa più ambizioso e vuole incidere sulla ripresa culturale, sociale e di conseguenza economica di una città”. Particolarmente convincente ai fini della vittoria finale è stata la capacità del progetto di catalizzare partner e risorse attorno ad un’idea sperimentata già in parte dall’IC Rapallo negli ultimi anni con gli allievi. Il coinvolgimento riguarderà tutti gli abitanti del quartiere e della città, con particolare riferimento alle associazioni già presenti. La scuola quindi, oltre al tradizionale ruolo di agenzia formativa, avrà quello di connettore socioculturale e luogo di aggregazione. In tale ottica è strategica la collaborazione con l’Amministrazione comunale e il sostegno di varie associazioni che supporteranno l’azione dell’Istituto con risorse economiche, umane e strutturali: dal Lions Club Rapallo Host alla Consulta del volontariato, dal Centro Amici S.Anna al Comitato Genitori Rapallo, dall’associazione Kores (che curerà incontri di divulgazione scientifica) a Musi-cart. “Ci auguriamo che questo progetto abbia un forte impatto culturale – conclude il Dirigente Daneri – In un momento segnato da problemi epocali, dalla disillusione, dall’isolamento, dalla distruzione sistematica di valori basilari, la scuola vuole stimolare uno sguardo diverso tra i cittadini; è possibile ricominciare e fare esperienze concrete di solidarietà e collaborazione, è possibile imparare e costruirsi un futuro, senza facili scorciatoie, ma con la valorizzazione dei propri talenti: nessuno resti indietro, nemmeno fuori dalla scuola”.

 

Per informazioni e iscrizioni Tel. 3473631356 (anche Whatsapp)

mail a scuolaxxl@istitutocomprensivorapallo.edu.it

 

 

 

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather