LA NOSTRA SCUOLA SENZA PIU’ PARETI

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Grazie alla lunga esperienza della sezione digitale dell’Istituto due giorni dopo l’inizio della sospensione delle attività didattiche alcune classi erano già operative per le videoconferenze in sincrono. Dopo qualche giorno di ulteriore rodaggio tutte le 21 classi della secondaria e le 13 della primaria sono partite svolgendo didattica a distanza, in varie modalità (dalla registrazione delle lezioni per i più piccoli alle classi virtuali realizzate per la condivisione dei materiali, al poter seguire e partecipare on line alle lezioni). Anche tutte le docenti della scuola dell’infanzia hanno creato video di saluto e tutorial con piccoli lavori per i bimbi più piccoli, mostrando la loro vicinanza ai più esposti al cambiamento radicale a cui siamo stati costretti. La parola d’ordine da subito è stata condivisione. La condivisione interna tra i docenti con scambio di attività di formazione e buone pratiche per adeguare la didattica alla nuova situazione; la condivisione di tutorial e materiali didattici, attraverso il Progetto Scuola Digitale di Regione Liguria, con gli insegnanti delle altre scuole liguri; la condivisione della situazione con i genitori ai quali è stato chiesto un coinvolgimento attivo attraverso la compilazione di un questionario on line sul gradimento della didattica on line ed eventuali problematiche (dispositivi, connessioni, ecc.); inoltre è stata attivata una “task force” di genitori esperti di informatica che hanno aiutato le famiglie con problemi di collegamento. Tutti i docenti hanno reinventato la loro didattica, perché non è possibile trasferire i vecchi programmi a questa nuova situazione: è stato necessario un ripensamento profondo del modo di insegnare, che coinvolgesse molto di più gli allievi, anche responsabilizzandoli attraverso lavori di approfondimento personale. C’è chi organizza “merende letterarie”, staffette di lettura, scuola di cucina (in italiano e in inglese), gare di novelle sul modello del Decamerone, laboratori manuali in diretta come quello sui calligrammi e i segnalibri. Ma la scuola non si è fermata all’offerta mattutina. Nel pomeriggio i docenti di musica affiancano alle loro lezioni l’organizzazione di flashmob musicali, concerti a distanza e incontri musicali informali in cui suonano alternandosi docenti e alunni. Nell’ambito di un progetto nei mesi precedenti aperto alla città Scuola XXL sono stati attivati i corsi on line per adulti di inglese base, inglese avanzato e di fotografia per ragazzi. Alcuni docenti hanno un appuntamento fisso con gli allievi per realizzare ricette di cucina (anche in lingua inglese) Anche il Dirigente scolastico e i docenti hanno voluto incontrare i ragazzi per raccogliere le loro impressioni su questo periodo così particolare; il primo incontro, venerdì 20 marzo, ha raccolto la partecipazione di quasi 300 ragazzi che si sono collegati e hanno esposto le loro incertezze e le loro speranze insieme a modalità creative per trascorrere questo tempo così dilatato. Questo incontro viene replicato ogni venerdì per fare il punto della settimana e per dare spazio alle osservazioni dei ragazzi. Il 25 marzo la nostra scuola ha partecipato alle celebrazioni del “Dantedì” con la partecipazione del Prof. Lorenzo Coveri, ex professore di linguistica all’università di Genova e Accademico della Crusca. I ragazzi si sono cimentati davanti alle telecamere dei loro pc e tablet nel recitare i canti della Divina Commedia in un’ideale passaggio di testimone. Non si è interrotta nemmeno l’attività dei giovani giornalisti di Appuntifuoriclasse, il giornale on line dell’Istituto, che esce tutti i giorni dal lunedì al sabato con le Cronache del Lockdown: i ragazzi mandano i loro pezzi ai due docenti pubblicisti che si occupano della redazione e vengono contattati per fare insieme il lavoro di revisione e scelta delle immagini. Alcuni articoli degli alunni giudicati di particolare interesse sono stati anche ripresi dai quotidiani locali. Tutte queste iniziative sia la didattica del mattino che gli appuntamenti pomeridiani, sono realizzati allo scopo di far sentire ai ragazzi e alle famiglie un supporto che viene molto apprezzato, che sta permettendo di mantenere una continuità e un ritmo che rassicurano i ragazzi; è un modo per dire “noi ci siamo”. Durante le “vacanze di Pasqua” i docenti della scuola hanno deciso di non dare compiti, per permettere ai ragazzi di “ricaricare le pile” e godersi del tempo con le loro famiglie. Ciascun Consiglio di classe ha individuato ue propostn approfondimento: uno scritto di autoriflessione sul periodo, un libro, un audiolibro o un film su cui compilare una scheda, un documentario scientifico o artistico o musicale, ma anche un disegno, un fumetto o un video. Poiché in questi giorni la stragrande maggioranza dei luoghi di cultura (musei, biblioteche, teatri) e moltissimi media (giornali, riviste, tv on demand, app di musica, di e-book e audiolibri, corsi di lingue, lezioni di strumento) hanno lasciato libera e gratuita la loro fruizione i compiti tradizionali si sono trasformati in suggerimenti per un intelligente impiego del tempo. Per il dopo Pasqua sono in cantiere due nuovi progetti: un “angolo della lettura e del film” realizzato dai ragazzi, che in videocollegamento presenteranno ai compagni le loro opere preferite (letture, film, serie tv) suggerendole ai loro compagni (con la partecipazione di superospiti, come Giulia Besa, vincitrice del Bancarellino 2019 col libro “Gemelle”) e una serie di lezioni dantesche aperte al pubblico tenute dai docenti della scuola con le letture dei ragazzi.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather