Rapporti con le famiglie

Written by admin. Posted in Notizie home

I rapporti con le famiglie sono primari e privilegiati in quanto ad esso è sotteso il raggiungimento degli obiettivi educativi congiunti. Sono particolarmente curati per instaurare un fattivo e proficuo dialogo scuola-famiglia per :
  • armonizzare le scelte educative nella formazione degli alunni;
  • sostenere, se necessario, le famiglie.
Ciò avviene nella scuola dell’ Infanzia attraverso:
  • Colloqui individuali con i genitori a novembre, febbraio, aprile;
  • Incontri individualizzati se necessari.
Ciò avviene nella scuola primaria attraverso:
  • Colloqui individuali con i genitori a novembre, gennaio e ad aprile;
  • Consegna della scheda di valutazione a febbraio e a giugno;
  • Incontri individualizzati se necessari.
Ciò avviene nella Scuola Secondaria di Primo Grado attraverso:
  • i colloqui settimanali con i singoli docenti secondo un apposito calendario;
  • gli incontri generali pomeridiani due volte all’anno;
  • incontri individualizzati da definirsi in base alle necessità.
Il Patto di corresponsabilità, che viene firmato dai genitori all’atto dell’iscrizione,  sottolinea la necessità della collaborazione  e della condivisione da parte della famiglia. Il sito web dell’Istituto Comprensivo, inoltre,  viene costantemente aggiornato per garantire un’informazione chiara e tempestiva.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Area progettuale

Written by admin. Posted in Notizie home

AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA (SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO) Laboratori pomeridiani di valorizzazione delle eccellenze (con contributo delle famiglie):
  • Canto corale: (per tutte le classi)
  • Latino: (per le classi terze, attività modulare)
  • Certificazione di  perfezionamento d’ Inglese KET (per le classi terze)
 PROGETTI SCUOLA DELL’INFANZIA
  • Progetto per centri di interesse
  • Progetto intersezione
  • Progetto  Laboratori
  • Progetto Intrecci
  • Progetti Ente Parco di Portofino
  • Progetto Donacibo
 PROGETTI SCUOLA PRIMARIA
  • Attività di recupero
  • Continuità con la scuola dell’infanzia e la scuola secondaria di 1° grado
  • Attività di collegamento con il territorio (mostre, teatro, …..)
  • Visite e viaggi di istruzione
  • Intervento di esperti esterni: progetti C.A.S.A. (Centro Amici di S.Anna)
  • Attività con il Laboratorio Intrecci
  • Collaborazione con ASL 4
  • Collaborazione con il Villaggio del Ragazzo di San Salvatore di Cogorno
  • Corso di vela
  • Attività con Labter Monte di Portofino
  • Attività sportive: Torneo Ravano, pallavolo, basket, ecc.
  • Progetto Donacibo
 PROGETTI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
  • Accoglienza stranieri
  • Centro Sportivo Scolastico
  • Educazione alla civile convivenza
  • Donacibo
  • Quotidiano in classe
  • Biblioteca
       Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Il processo di insegnamento/apprendimento

Written by admin. Posted in Notizie home

PROGETTAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL’INFANZIA Le  finalità della scuola dell’infanzia  sono perseguite attraverso una progettazione curricolare. Il curricolo della scuola dell’infanzia non coincide con la sola organizzazione delle attività didattiche ma si esplica in un ‘equilibrata integrazione di momenti di cura,di relazione,di apprendimento ,dove la stessa routine ( ingresso,mensa,cura del corpo…..) svolgono una funzione di regolazione dei ritmi della giornata e si offre come base sicura per nuove esperienze e nuove sollecitazioni. In relazione a ciò nella scuola dell’infanzia le insegnanti hanno i ruolo di accogliere,valorizzare ed estendere la curiosità,le proposte dei bambini creando OCCASIONI DI APPRENDIMENTO  all’interno dei CAMPI DI ESPERIENZA ,ogni campo offre  un insieme di oggetti,situazioni,immagini  linguaggi riferiti a sistemi simbolici della nostra cultura capaci di evocare,stimolare,accompagnare apprendimenti progressivamente più sicuri e favorire l’acquisizione di competenze in relazione a: campo di esperienza  IL SE’ E L’ALTRO per imparare a relazionarsi con “altro da se'” campo di esperienza  IL CORPO E IL MOVIMENTO per prendere coscienza di sé e delle proprie capacità campo di esperienza IMMAGINI SUONI COLORI per utilizzare linguaggi diversi per esprimere sentimenti ed emozioni campo di esperienza I DISCORSI E LE PAROLE per utilizzare la lingua nei suoi diversi aspetti . campo di esperienza LA CONOSCENZA DEL MONDO per esplorare la realtà Per ogni campo di esperienza le Indicazioni Nazionali individuano dei traguardi per lo sviluppo della competenza ,facendo riferimento ad essi  ciascun plesso e ciascuna sezione ha realizzato la sua progettazione attraverso delle UNITA’ di APPRENDIMENTO  ( piste di lavoro) volte a promuovere le competenze adeguate all’età e al vissuto del bambino. Metodologia Ogni attività educativa è proposta sottoforma di “GIOCO” per favorire rapporti attivi e creativi sia sul piano cognitivo che relazionale. E’ attribuito ampio rilievo al ” FARE ” esperienze dirette di contatto con la natura,l’ambiente sociale e culturale . Verifica Nella scuola dell’infanzia la verifica si attua con: osservazioni non sistematiche e annotazioni sui comportamenti relazionali- sociali e gli stili di apprendimento dei bambini da parte delle insegnanti,verbalizzazione e rielaborazione grafico-pittorica da parte dei bambini delle esperienze fatte. Valutazione La valutazione è fatta sul percorso attuato,le strategie adottate,i problemi e le difficoltà incontrate, eventuali cambiamenti apportati,partecipazione e gradimento dei bambini. SCUOLA PRIMARIA Il POF ha come finalità comune la Convivenza civile i cui obiettivi sono:
  • prendere      coscienza di sé;
  • imparare      a vivere con gli altri.
Metodologia L’insegnamento adotta una metodologia che riconosce l’apprendimento come atto soggettivo, attivo e autonomo che trova nella scuola il giusto ambiente per la sua realizzazione attraverso un percorso in cui il docente conduce gli alunni a costruirsi le necessarie competenze, aiutandoli a sviluppare le proprie capacità e doti. Valutazione Sarà tempestiva e motivata nell’intento di attivare negli alunni processi di autovalutazione. Saranno oggetti di valutazione tutti gli apprendimenti; oltre alle prove iniziali, intermedie e finali verranno somministrate anche esercitazioni alla lavagna, interrogazioni, questionari, griglie, ecc. Il comportamento sarà valutato tenendo conto dei seguenti indicatori:
  • l’assolvimento dei doveri scolastici (impegno, partecipazione, costanza nei compiti…)
  • la correttezza nel rispetto delle norme del regolamento scolastico (rispetto      dei compagni, del personale,…)
  • la cura dei materiali comuni e degli spazi scolastici.
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO La Scuola fornisce una preparazione adeguata per il proseguimento degli studi, orientando gli allievi secondo le loro attitudini e capacità. Le proposte educative sono diversificate per consentire sia il recupero di abilità e conoscenze, sia l’integrazione del curricolo di base, ponendosi i seguenti obiettivi:

Obiettivi generali del processo formativo

Il POF pone come finalità comune, trasversale e prioritaria
la Convivenza civile  intesa come:
  • consapevolezza di essere titolari di diritti, ma anche di essere soggetti a doveri;
  • riflessione sui diritti/doveri di cittadino, per trasformare la realtà scolastica nel banco di prova su cui esercitare le proprie modalità di rappresentanza, di delega, di rispetto degli impegni assunti;
  • comportamento rispettoso degli altri a scuola, per strada, negli spazi pubblici, sui mezzi di trasporto, per comprendere l’importanza di riconoscere codici e regolamenti stabiliti.
Obiettivi specifici
  1. Prendere coscienza di sé
  • conoscere e avere consapevolezza  dell’unità  della propria persona
  • essere capaci di autocontrollo
  • essere capaci di introspezione
  • prendere consapevolezza che la salute, oltre che un diritto, è un dovere verso se stessi e verso gli altri
  1. Imparare a vivere con gli altri
  • superare  l’egocentrismo
  • essere capaci di stabilire rapporti con gli altri
  • partecipare al lavoro di gruppo
  • interessarsi a ciò che avviene nel mondo
  • imparare a convivere in una società multiculturale

Obiettivi  di apprendimento trasversali

acquisire:
  • la capacità di selezionare ed elaborare dati ed informazioni in modo graduale e sempre
più autonomo;
  • la conoscenza e  la comprensione dei meccanismi del ragionamento;
  • la capacità di analisi e di sintesi;
  • la capacità di realizzare collegamenti interdisciplinari;
  • la conoscenza e l’uso dei linguaggi specifici delle diverse discipline;
  • la capacità di organizzazione;
  • il possesso di metodi e strumenti in relazione ai problemi da affrontare e risolvere;
  • la capacità di valutazione di se stessi e della realtà.
    • metodo induttivo: parte dall’osservazione del concreto e arriva all’astratto (più appropriato per le classi prime e seconde);
    • metodo deduttivo: parte dalle regole per arrivare all’applicazione di esse (più appropriato per le terze classi);
    • metodo della ricerca scientifica: prevede che l’allievo affronti i problemi, formuli ipotesi e sviluppi le capacità critiche;
    • studio guidato;
    • libri di testo;
    • lavoro di gruppo;
    • lavoro interdisciplinare;
    • realizzazione di progetti individualizzati e personalizzati;
    • drammatizzazione;
    • ricerche individuali;
    • ricerche di gruppo;
    • audiovisivi;
    • strumenti tecnici;
    • laboratori.

Metodologie

Valutazioni e verifiche

La valutazione (espressa in numeri fino a 10) serve agli allievi e ai docenti per misurare le conoscenze acquisite ed il grado di maturazione; ai docenti per verificare l’efficacia degli interventi operati; ai genitori, poi, offre la possibilità non solo di conoscere il livello di preparazione e di formazione raggiunto dai propri figli, ma anche di sentirsi partecipi del processo di formazione degli alunni. La valutazione considera:
  • i livelli di partenza
  • l’impegno individuale
  • la partecipazioni all’attività didattica
  • i progressi compiuti in itinere e finali in direzione degli obiettivi formativi e cognitivi prefissati.
La valutazione si configura come:
  • sistematica verifica dell’efficacia della programmazione
  • incentivo al proseguimento dello sviluppo della personalità
  • confronto tra i risultati ottenuti e quelli previsti
  • confronto con apprendimenti standard
  • mezzo all’orientamento per scelte future.
  Criteri di valutazione degli apprendimenti Gravemente insufficiente 3-4            L’alunno possiede conoscenze molto lacunose, frammentarie e non coordinate. Commette  numerosi  e  gravi  errori  concettuali  e/o  di  procedimento  e/o esecuzione. Espone temi, affronta problemi o prove pratiche in modo stentato e frammentario. Insufficiente 5 L’alunno  possiede  conoscenze  incomplete  e  superficiali. Commette  numerosi errori  nelle  prestazioni  scritte  e/o  orali  e/o  pratiche  richieste. Espone  temi  e affronta problemi in modo incompleto e approssimativo. Sufficiente 6 L’alunno  possiede  conoscenze  essenziali. Evidenzia  abilità  minime  nelle  applicazioni e commette alcuni errori concettuali e formali nelle prestazioni scritte e/o orali e/o pratiche richieste. Usa in modo semplice il linguaggio specifico. Discreto 7 L’alunno possiede conoscenze chiare e ordinate. Si mostra abbastanza sicuro nelle applicazioni e nell’operare collegamenti. Nelle prestazioni scritte e/o orali e/o pratiche richieste, a volte, commette  errori concettuali e formali. L’esposizione è sicura. Buono    8 L’alunno possiede conoscenze ampie e ordinate e una chiara focalizzazione dei  nuclei  tematici.  Si  mostra  sicuro  nelle  applicazioni  e  nell’operare  collegamenti. Nelle  prestazioni  scritte  e/o  orali  e/o  pratiche  richieste  si dimostra attento e impegnato. L’esposizione è pertinente e precisa. Ottimo 9-10 L’alunno  possiede  conoscenze  approfondite  ed  articolate. Applica  consapevolmente  regole  e  procedure  senza  commettere  errori  e  in  modo autonomo. Ha  capacità  di  analisi,  sintesi  e  collegamento.  Utilizza  un  rigoroso linguaggio disciplinare.     Le verifiche orali rilevano:
  • la conoscenza e l’organizzazione dei contenuti
  • la capacità espressiva
  • la conoscenza e l’uso dei linguaggi specifici
  • la capacità di collegamenti interdisciplinari
  • la valorizzazione delle esperienze personali.
Le verifiche scritte  (questionari, produzione testi, risoluzione di problemi…) rilevano:
  • le conoscenze e/o le competenze acquisite
  • la capacità di rielaborazione
  • l’aderenza alla consegna e la sua pertinenza
  • la capacità di applicazione  delle regole
  • la capacità logico – organizzativa
  • l’uso di linguaggi specifici
  • la capacità di attuare collegamenti
  • la capacità di individuare l’idea chiave
  • la capacità di analisi e di sintesi
Le prove pratiche e/o specifiche (di tecnologia, arte e immagine, musica, scienze motorie e sportive) rilevano:
  • l’esatta applicazione delle regole
  • la conoscenza e l’uso degli strumenti e dei materiali
  • il coordinamento motorio
  • l’uso di linguaggi non verbali
    • il grado di sensibilità raggiunta nell’educazione visiva, uditiva e tattile
    • la capacità espressiva nei vari linguaggi
    • la capacità di lavorare in gruppo.
  Per favorire il più possibile l’omogeneità di valutazione e dei livelli di conoscenza, anche in vista della preparazione alle prove INVALSI, si somministrano prove di verifica comuni a classi parallele.   Anche la valutazione del comportamento viene espressa in numeri fino a 10, tenendo conto dei seguenti criteri:
  • frequenza e  puntualità
  • rispetto delle persone (personale docente e non, compagni) , delle regole e dell’ambiente scolastico
    • utilizzo corretto delle strutture e dei supporti didattici dell’Istituto
  • impegno nello studio
  • partecipazione al dialogo educativo.
          Criteri di valutazione del comportamento
  1. 1.      Frequenza e puntualità
Frequentare regolarmente le lezioni. Giustificare tempestivamente le assenze. Presentarsi puntuale alle lezioni. Far firmare puntualmente le comunicazioni scuola-famiglia.
  1. 2.      Rispetto delle persone,  delle regole, e  dell’ambiente scolastico; utilizzo corretto delle strutture e dei supporti didattici dell’Istituto
Utilizzare nei rapporti interpersonali lo stesso rispetto che si chiede per sé. Favorire il rapporto e il rispetto tra  compagni costruendo situazioni di collaborazione e solidarietà. Mantenere costantemente un comportamento positivo e corretto, rispettando l’ambiente scolastico inteso come insieme di persone, oggetti e situazioni.
  1. 3.      Impegno nello studio
Portare il materiale didattico richiesto per le lezioni. Svolgere i compiti assegnati con regolarità.
  1. 4.      Partecipazione al dialogo educativo 
Favorire in modo positivo lo svolgimento dell’ attività didattica e formativa , garantendo costantemente la propria attenzione e partecipazione. Partecipare a tutte le attività con serietà e profitto, evitando di assumere comportamenti di disturbo. Attivare gesti di solidarietà nei confronti di compagni più disagiati.   Una valutazione pari a 10 dovrà soddisfare tutti i descrittori, compreso l’aiuto ai compagni disagiati.   Le sanzioni disciplinari (recidività di note, ammonizioni, sospensioni) determinano l’abbassamento automatico del voto di comportamento.  Di norma:
  • Note disciplinari reiterate e/o per gravi comportamenti 7
  • Ammonizione 6-7
  • Sospensione 5-6
E’ necessario utilizzare questi criteri in maniera adeguata alla situazione. La valutazione pari a  8 sarà attribuita per comportamenti non del tutto corretti, ma non gravi .                             TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE  

AL TERMINE DELLASCUOLA DELL’INFANZIA

Al termine del percorso triennale della scuola dell’infanzia è ragionevole attendersi che ogni bambino abbia sviluppato alcune competenze di base che strutturano la sua crescita personale. Le  Indicazioni   Nazionali  individuano le seguenti competenze :
  • Riconosce      ed esprime  le proprie emozioni      ,avverte gli stati d’animo altrui.
  • Ha un      positivo rapporto con la propria corporeità,ha maturato una sufficiente      fiducia in sé.
  • Manifesta      curiosità e voglia di sperimentare,interagisce con le cose,l’ambiente e le      persone.
  • Condivide      esperienze e giochi,utilizza materiali e risorse comuni,affronta      gradualmente i conflitti e ha iniziato a riconoscere le regole del      comportamento nei contesti privati e pubblici.
  • Ha      sviluppato l’attitudine a porre e  a      porsi domande di senso su questioni etiche e morali.
  • Coglie      diversi punti di vista, riflette e negozia significati,utilizza gli errori      come fonte di conoscenza.
  • Sa      raccontare,narrare,descrivere situazioni ed esperienze vissute,comunica e      si esprime con una pluralità di linguaggi,utilizza con sempre maggior      proprietà la lingua italiana.
  • Padroneggia      prime abilità di tipo logico,inizia ad interiorizzare le coordinate      spazio-temporali e ad orientarsi nel mondo dei simboli,delle      rappresentazioni,dei media,delle tecnologie.
  • Rileva le      caratteristiche principali di eventi,oggetti,situazioni,formula      ipotesi,ricerca soluzioni a situazioni problematiche di vita quotidiana.
  • E’ attento      alle consegne,si appassiona,porta a       termine il lavoro,diventa consapevole dei processi realizzati e li      documenta.
  • Si esprime      in modo personale,con creatività e partecipazione,è sensibile alla      pluralità di culture,lingue,esperienze.
                                        AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA  
     ITALIANO
  • L’alunno        partecipa a conversazioni, discussioni di classe rispettando il turno.
  • Ascolta        e comprende testi orali cogliendone il senso, le informazioni principali        e lo scopo.
  • Legge        e comprende testi di vario tipo, individua informazioni utili per        l’apprendimento di un argomento dato.
  • Scrive        testi chiari, coerenti, legati all’esperienza.
  • Padroneggia        le conoscenze fondamentali relative all’organizzazione logico-sintattica        della frase semplice.
 INGLESE    
  • L’alunno        comprende brevi messaggi orali e scritti.
  • Comunica        oralmente su argomenti familiari e abituali.
  • Legge        semplici testi.
  •   Scrive brevi testi per raccontare le proprie esperienze.
 STORIA
  • L’alunno        riconosce tracce storiche presenti sul territorio.
  • Usa        la linea del tempo per organizzare informazioni e conoscenze.
  • Conosce        le società e le civiltà che hanno caratterizzato la storia dell’umanità        dal paleolitico alla fine del mondo antico.
 GEOGRAFIA
  • Si        orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando        riferimenti topologici e punti cardinali.
  • Conosce        i diversi paesaggi (montagna, collina, pianura,…) e ne coglie le        progressive trasformazioni operate dall’uomo.
  • Riconosce        che lo spazio fisico è costituito da elementi fisici e antropici.
     MATEMATICA
  • L’alunno        conta con sicurezza nel calcolo mentale; esegue le 4 operazioni con i        numeri naturali e sa quando ricorrere ad una calcolatrice.
  • Risolve        problemi, descrivendo il procedimento seguito.
  • Utilizza        rappresentazioni di dati (tabelle e grafici).
  • Rappresenta        oggetti matematici utilizzando numeri decimali, frazioni, percentuali,…
  • Descrive        e classifica figure geometriche, calcola perimetro e area.
  • Utilizza        strumenti per il disegno geometrico (riga, squadra, compasso).
   SCIENZE
  • Osserva        lo svolgersi dei fatti, formula domande, anche sulla base di ipotesi        personali, propone e realizza semplici esperimenti
  • Conosce        le principali caratteristiche e i odi di vivere di organismi animali e        vegetali.
  • E’        consapevole della struttura del proprio corpo, conosce i diversi organi        e apparati, ne riconosce il funzionamento coordinato e ha cura della        propria salute.
  • Trova        da varie fonti (libri, internet,..) informazioni e spiegazioni su        problemi che lo interessano.
   TECNOLOGIA
  • Conosce        alcuni processi di trasformazione di risorse e di consumo di energia e        del relativo impatto ambientale.
  • E’        in grado di descrivere e di spiegare il funzionamento di semplici        oggetti di uso quotidiano.
  • E’        capace di piegare o ritagliare carta o cartoncino con perizia e        precisione.
  • Comincia        a riconoscere le caratteristiche, le funzioni e i limiti della        tecnologia.
 MUSICA
  • Discrimina        eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento        alla loro fonte.
  • Esegue        combinazioni timbriche con la voce, il corpo e gli strumenti..
  • Esegue        da solo e in gruppo semplici brani vocali.
 
 ARTE E IMMAGINE
  • Produce        varie tipologie di testi visivi, rielabora le immagini con molteplici        tecniche, materiali e strumenti diversificati.
  • Ha        la capacità di osservare, esplorare, descrivere e leggere immagini        (opere d’arte, manifesti, pubblicità,..)
SCIENZE MOTORIE E   SPORTIVE
  • L’alunno        ha la consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio corpo e        la padronanza degli schemi motori e posturali.
  • Utilizza        il linguaggio corporeo per comunicare ed esprimere i propri stati        d’animo.
  • Comprende,        all’interno delle varie occasioni di gioco e di sport, il valore delle        regole e  l’
importanza di   rispettarle.
AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO  
     ITALIANO

·           Sa usare in modo efficace la comunicazione   orale e scritta per tutti gli scopi relazionali.

  •   Legge con interesse e con piacere testi letterari di vario   tipo e comincia a manifestare gusti personali.
  •   Ha imparato ad apprezzare la lingua come strumento   attraverso il quale può esprimere stati d’ animo, rielaborare esperienze ed esporre   punti di vista personali.
  •   È capace di utilizzare le conoscenze metalinguistiche per   migliorare la comunicazione orale e scritta.
  •   Varia opportunamente i registri informale e formale in   base alla situazione comunicativa.
        INGLESE
  •   L’alunno comprende   oralmente e per iscritto i punti essenziali di testi in lingua standard su   argomenti familiari o di studio che affronta normalmente a scuola e nel tempo   libero.
  •   Descrive   oralmente situazioni, racconta avvenimenti ed esperienze personali, espone argomenti   di studio. Interagisce con uno o più interlocutori in contesti familiari e su   argomenti noti.
  •   Legge semplici   testi con diverse strategie adeguate allo scopo.
  •   Scrive semplici   resoconti e compone brevi lettere o messaggi rivolti a coetanei e familiari.
  •   Individua   elementi culturali veicolati dalla lingua materna o di scolarizzazione e li   confronta con quelli veicolati dalla lingua straniera senza atteggiamenti di   rifiuto.
  •   Affronta   situazioni nuove attingendo al suo repertorio linguistico; usa la lingua per   apprendere argomenti anche di ambiti disciplinari diversi e collabora   fattivamente con i compagni nella realizzazione di attività e progetti.
  •   Riconosce i   propri errori e riesce a volte a correggerli spontaneamente in base alle   regole linguistiche e alle convenzioni comunicative che ha interiorizzato.
 
      FRANCESE 
  •   Modalità di interazione in brevi scambi dialogici.
  •   Acquisizione del lessico e delle funzioni comunicative   relative alle situazioni di vita personali e lavorative (scuola,tempo   libero,luoghi di vacanza).
  •   Fissazione ed applicazione di alcuni aspetti fonologici,   morfologici, sintattici e semantici della comunicazione orale-scritta.
  •   Lettura  di brevi e   semplici testi con tecniche adeguate allo scopo.
  •   Produzione di semplici testi informativi, descrittivi,   narrativi, epistolari, poetici.
  •   Acquisizione di specifici aspetti della cultura e della   civiltà.
  •   Utilizzazione strategie di studio: usare il vocabolario.
   STORIA      
  • Conoscere i momenti   fondamentali della storia italiana dalle forme di insediamento e di potere   medievali alla formazione dello stato unitario, alla formazione della   Repubblica.
  • Conosce i processi   fondamentali della storia mondiale, dalla civilizzazione neolitica alla   rivoluzione industriale, alla globalizzazione.
  •   Sa esporre le conoscenze storiche acquisite operando   collegamenti e sa argomentare le proprie riflessioni.
     GEOGRAFIA
  •   Utilizza opportunamente concetti geografici, carte   geografiche, fotografie e immagini dallo spazio, grafici, dati statistici per   comunicare efficacemente informazioni spaziali sull’ ambiente che lo   circonda.
  •   È in grado di conoscere e localizzare i principali   “oggetti” geografici e antropici dell’ Europa e del Mondo.
  •   Riconosce nel paesaggio gli elementi fisici significativi   e le emergenze storiche, estetiche, artistiche e architettoniche, come   patrimonio naturale e culturale da tutelare e valorizzare.
         MATEMATICA
  •   Sa calcolare in tutti gli insiemi numerici, ne padroneggia   le diverse rappresentazioni e fa previsioni sul risultato delle operazioni.
  •   Riconosce e rappresenta le forme del piano e dello spazio,   anche nell’ambito quotidiano, e ne coglie le relazioni varianti e invarianti   tra gli elementi.
  •   Sa analizzare, rappresentare ed elaborare dati per   ricavarne misure di variabilità e prendere decisioni.
    •   Riconosce situazioni problematiche legate alla realtà,   elabora e verbalizza strategie risolutive utilizzando i concetti teorici   appresi e le abilità acquisite.
    •   Ha sviluppato capacità di motivare le proprie   affermazioni; l’attitudine ad ascoltare, comprendere e valorizzare sia le   proprie argomentazioni sia punti di vista diversi dai propri.
    •   Utilizza ed interpreta i linguaggi specifici dell’area   matematica.
    •   Ha sviluppato un atteggiamento positivo rispetto alle   scienze, nella consapevolezza che gli strumenti scientifici sono utili in   molte situazioni reali.
       SCIENZE  
  •   Sa osservare,descrivere, registrare e interpretare le   informazioni e i fenomeni legati alla realtà sia in laboratorio che   all’aperto effettuando adeguate schematizzazioni.
  •   Ha acquisito una visione organica del proprio corpo sia a   livello macroscopico che microscopico nella consapevolezza dei cambiamenti   legati all’età.
  •   Ha una visione della complessità del sistema dei viventi e   della sua evoluzione nel tempo.    E’   consapevole del ruolo della comunità umana sulla terra, del carattere finito   delle risorse, nonché dell’ineguaglianza dell’accesso a esse, e adotta modi   di vita ecologicamente responsabili.
  •   Ha acquisito il rispetto dell’ambiente nella sua totalità.
    •   Ha curiosità e interesse verso i principali problemi   legati all’uso della scienza nel campo dello sviluppo scientifico e   tecnologico.
    •   Ha acquisito i linguaggi specifici e gli strumenti   appropriati nell’area scientifica.
           MUSICA
  •   Partecipare in modo attivo alla realizzazione di   esperienze musicali attraverso l’esecuzione e l’ interpretazione di brani   strumentali e vocali appartenenti a generi    e culture differenti.
  •   Far uso di diversi sistemi di notazione funzionali alla   lettura, all’apprendimento e alla riproduzione di brani musicali.
    •   Ideare e realizzare semplici messaggi musicali.
    •   Analizzare gli aspetti formali e strutturali insiti negli   eventi e nei materiali musicali
    •   Valutare in modo funzionale ed estetico ciò di cui   fruisce.
    •   Raccordare la propria esperienza alle tradizioni storiche   e alle diversità culturali contemporanee.
    •   Integrare con altri saperi e altre pratiche artistiche le   proprie esperienze musicali
    •   Fare uso di un lessico sufficientemente appropriato nello   svolgimento delle predette attività.
       ARTE E IMMAGINE
  •   Realizza elaborati personali e creativi sulla base di una   ideazione e progettazione originale, applicando le conoscenze e le regole del   linguaggio visivo, scegliendo in modo funzionale tecniche e materiali   differenti anche con l’ideazione di più media e codici espressivi.
  •   Padroneggia gli elementi della grammatica del linguaggio   visuale, legge e comprende i significati di immagini statiche e in movimento,   di filmati audiovisivi e di prodotti multimediali.
  •   Legge le opere più significative prodotte nell’arte   antica, medioevale, moderna e contemporanea,sapendole collocare nei   rispettivi contesti storici, culturali e ambientali; riconosce il valore   culturale di immagini, di opere e di oggetti artigianali prodotti in paesi   diversi dal proprio.
  •   Riconosce gli elementi principali del patrimonio   culturale, artistico e ambientale del proprio territorio ed è sensibile ai   problemi della sua tutela e conservazione.
  •   Descrive e commenta beni culturali, immagini statiche e   multimediali, utilizzando il linguaggio verbale specifico.
 
     SCIENZE MOTORIE E   SPORTIVE
  •   Costruire la propria identità personale   e la consapevolezza delle proprie competenze motorie e dei propri limiti.
  •   Possedere conoscenze e competenze   relative all’educazione alla salute, alla prevenzione e alla promozione di   corretti stili di vita.
    •   Essere capaci di integrarsi nel gruppo,   di cui condividere e rispettare le regole, dimostrando di accettare e   rispettare l’altro.
    •   Essere capace di assumersi   responsabilità nei confronti delle proprie azioni e di impegnarsi per il bene   comune.
    •   Sperimentare i corretti valori dello   sport (fair play) e la rinuncia a qualunque forma di violenza.
   TECNOLOGIA
  • Sa riconoscere le varie forme e        fonti di energia.
  • Sa riconoscere i diversi mezzi di        trasporto.
  • Sa rappresentare graficamente        semplici oggetti.
  • Sa utilizzare i concetti        d’informatica appresi per lo svolgimento di compiti specifici.
     RELIGIONE    
  •   Motivare le risposte del Cristianesimo   ai problemi della società di oggi.
  •   Confrontare criticamente comportamenti e   aspetti della cultura attuale con la proposta cristiana.
  •   Individuare nelle testimonianze di vita,   anche attuali, scelte di libertà per un proprio progetto di vita.
  •   Confrontare spiegazioni religiose e   scientifiche del mondo e della vita.
  •   Individuare l’originalità della speranza   cristiana rispetto alla proposta di altre visioni religiose.
                                        OBIETTIVI  DI  APPRENDIMENTO   SCUOLA DELL’INFANZIA Ogni campo di esperienza offre un insieme di oggetti, situazioni, immagini e linguaggi, riferiti a sistemi simbolici della nostra cultura, capaci di evocare, stimolare, accompagnare apprendimenti progressivamente più sicuri; per ciascun campo vengono indicati dei traguardi per lo sviluppo della competenza.   IL SE’ E L’ALTRO Traguardi per lo sviluppo della competenza
  • il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare,confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini.
  • Sviluppa il senso dell’identità personale, percepisce le proprie esigenze e i propri sentimenti, sa esprimerli in modo sempre più adeguato.
  • Sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni della famiglia, della comunità e le mette a confronto con altre.
  • Riflette, si confronta, discute con gli adulti e con gli altri bambini e comincia e riconosce la reciprocità di attenzione tra chi parla e chi ascolta.
  • Pone domande sui temi esistenziali e religiosi, sulle diversità culturali, su ciò che è bene o male, sulla giustizia, e ha raggiunto una prima consapevolezza dei propri diritti e doveri, delle regole del vivere insieme
  • Si orienta nelle prime generalizzazioni di passato, presente, futuro e si muove con crescente sicurezza e autonomia negli spazi che gli sono familiari, modulando progressivamente voce e movimento anche in rapporto con gli altri e con le regole condivise.
  • Riconosce i più importanti segni della sua cultura e del territorio, le istituzioni, i servizi pubblici, il funzionamento delle piccole comunità e della città.
  IL CORPO E IL MOVIMENTO Traguardi per lo sviluppo della competenza 
  • Il bambino vive pienamente la propria corporeità, ne percepisce il potenziale comunicativo ed espressivo, matura condotte che gli consentono una buona autonomia nella gestione della giornata a scuola
  • Riconosce i segnali e i ritmi del proprio corpo, le differenze sessuali e di sviluppo e adotta pratiche corrette di cura di sé, di igiene e di sana alimentazione.
  • Prova piacere nel movimento e sperimenta schemi posturali e motori, li applica nei giochi individuali e di gruppo, anche con l’uso di piccoli attrezzi ed è in grado di adattarli alle situazioni ambientali all’interno della scuola e all’aperto.
  • Controlla l’esecuzione del gesto valuta il rischio, interagisce con gli altri nei giochi di movimento, nella danza, nella comunicazione espressiva.
  • Riconosce il proprio corpo, le sue diverse parti e rappresenta il corpo fermo e in movimento.
  IMMAGINI, SUONI, COLORI Traguardi per lo sviluppo della competenza
  • Il bambino comunica, esprime emozioni, racconta, utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente.
  • Inventa storie e sa esprimerle attraverso la drammatizzazione, il disegno, la pittura e le altre attività manipolative; utilizza materiali e strumenti, tecniche espressive e creative; esplora le potenzialità offerte dalle tecnologie.
  • Segue con curiosità e piacere spettacoli di vario tipo (teatrali, musicali, visivi, di animazione…); sviluppa interesse per l’ascolto della musica e per la frustrazione di opera d’arte.
  • Scopre il paesaggio sonoro attraverso attività di percezione e produzione musicale utilizzando voce, corpo e oggetti.
  • Sperimenta e combina elementi musicali di base, producendo semplici sequenze sonoro-musicali.
  • Esplora i primi alfabeti musicali, utilizzando anche i simboli di una notazione informale per codificare i suoni percepiti e riprodurli.
  I DISCORSI E LE PAROLE Traguardi per lo sviluppo della competenza
  • Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati.
  • Sa esprimere e comunicare agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni attraverso il linguaggio verbale che utilizza in differenti situazioni comunicative.
  • Sperimenta rime, filastrocche, drammatizzazioni; inventa nuove parole, cerca somiglianze e analogie tra i suoni e i significati.
  • Ascolta e comprende narrazioni, racconta e inventa storie, chiede e offre spiegazioni, usa il linguaggio per progettare attività e per definire regole.
  • Ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse, riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si misura con la creatività e la fantasia.
  • Si avvicina alla lingua scritta, esplora e sperimenta prime forme di comunicazione attraverso la scrittura, incontrando anche le tecnologie digitali e i nuovi media.
  LA CONOSCENZA DEL MONDO Oggetti, fenomeni,viventi – Numero e spazio Traguardi per lo sviluppo della competenza
  • Il bambino raggruppa e ordina oggetti e materiali secondo criteri diversi, ne identifica alcune proprietà, confronta e valuta quantità; utilizza simboli per registrarle; esegue misurazioni usando strumenti alla sua portata.
  • Sa collocare le azioni quotidiane nel tempo della giornata e della settimana.
  • Riferisce correttamente eventi del passato recente; sa dire cosa potrà succedere in un futuro immediato e prossimo.
  • Osserva con attenzione il suo corpo, gli organismi viventi e i loro ambienti, fenomeni naturali, accorgendosi dei loro cambiamenti.
  • Si interessa a macchine e strumenti tecnologici, sa scoprirne le funzioni e i possibili usi.
  • Ha familiarità sia con le strategie del contare e dell’operare con i numeri sia con quelle necessarie per eseguire le prime misurazioni di lunghezze, pesi, e altre quantità.
  • Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio, usando termini come avanti/dietro, sopra/sotto, destra/sinistra, ecc; segue correttamente un percorso sulla base di indicazioni verbali.
  I traguardi per lo sviluppo della competenza suggeriscono alle insegnanti orientamenti, attenzioni e responsabilità nel creare piste di lavoro per organizzare attività ed esperienze volte a promuovere la competenza, che a questa età va intesa in modo globale e unitario e si individuano nella progettazione didattica di ciascuna sezione, strutturata per percorsi suddivisi in Unità di Apprendimento. Per raggiungere i traguardi per lo sviluppo della competenza nei vari campi di esperienza le insegnanti individuano, nella progettazione didattica, alcuni obiettivi che si traducono e declinano, in modo progressivo (anche attraverso una vera e propria scansione temporale), in competenze reali e documentate di ciascun bambino, attraverso l’acquisizione di conoscenze, abilità, atteggiamenti, comportamenti.                                              ATTEGGIAMENTI                            COMPORTAMENTI  

U.D.A.

*OBIETTIVI *contesti     di apprendimento *metodologia *attività/esperienze *soluzioni/strategie *modalità     di verifica  
CAPACITA’

TRAGUARDI     PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA

                                                                                                                                                                                                      ABILITA’                                               CONOSCENZA                                                   SCUOLA PRIMARIA Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della Scuola Primaria  

 

 

 

 

 

ITALIANO

Ascolto   e parlato
  • Interagisce in modo collaborativo in una conversazione
  •   Comprende argomenti e informazioni di testi e discorsi
Lettura
  •   Legge in modo chiaro e scorrevole
  •   Comprende testi di vario tipo
Scrittura
  •   Sa produrre semplici testi legati a scopi concreti e testi   di vario tipo
Riflessione   sulla lingua
  •   Sa cercare il significato di parole sul dizionario
  •   Sa riconoscere gli elementi essenziali di una frase
  •   Sa riconoscere le parti del discorso
  •   Conosce l’ortografia

 

INGLESE

  •   Comprende vocaboli, istruzioni e frasi
  •   Produce semplici frasi per presentarsi, giocare,   descrivere
  •   Comprende brevi messaggi
  •   Scrive parole e semplici frasi

 

 

 

STORIA

Uso   delle fonti
  •   Sa ricavare informazioni da fonti di tipo diverso
Organizzazione   delle informazioni
  •   Sa riconoscere relazioni di successione e contemporaneità
  •   Conosce l’uso di strumenti per la misurazione del tempo   (orologio, calendario, ….)
Strumenti   concettuali
  •   Sa individuare analogie e differenze di fatti lontani   nello spazio e nel tempo

 

 

 

 

 

GEOGRAFIA

Orientamento
  •   Sa muoversi nello spazio circostante utilizzando gli   indicatori topologici (avanti, indietro, …)
Linguaggio   della geo-graficità
  •   Sa rappresentare oggetti e ambienti noti in prospettiva   verticale (pianta dell’aula, …..)
Paesaggio
  •   Conosce il territorio circostante attraverso   l’osservazione diretta
Regione   e sistema territoriale
  •   Comprende che l’uomo ha organizzato e modificato il   territorio

 

 

 

 

MATEMATICA

Numeri
  •   Sa contare in senso progressivo e regressivo
  •   Legge e scrive i numeri naturali, li confronta, li ordina   secondo la posizione delle cifre
  •   Sa ripetere le tabelline
  •   Esegue le quattro operazioni
  •   Sa trasformare le frazioni in numeri decimali
  •   Legge, scrive, confronta numeri decimali e ne esegue   addizioni e sottrazioni
Spazio e   figure
  •   Esegue percorsi seguendo istruzioni date o lette
  •   Riconosce, descrive e disegna alcune figure geometriche
Relazioni,   dati e previsioni
  •   Classifica numeri, oggetti, ….. in base a una o più   proprietà
  •   Misura usando, sia unità arbitrarie che convenzionali
         

 

 

 

SCIENZE

Esplorare   e descrivere oggetti e materiali
  •   Classifica oggetti in base alle loro proprietà
Osservare   e sperimentare sul campo
  •   Osserva la vita delle piante mediante le semine nell’orto
  •   Osserva e interpreta le trasformazioni ambientali operate   dalla natura e dall’uomo
  •   Conosce i principali fenomeni atmosferici e astronomici
L’uomo,   i viventi e l’ambiente
  •   Riconosce e descrive l’ambiente in cui vive
  Obiettivi di apprendimento al termine della classe quinta della Scuola Primaria  

 

 

 

 

 

 

ITALIANO

Ascolto   e parlato
  •   Racconta esperienze personali in modo chiaro
    •   Sa esporre un argomento di studio in modo comprensibile ed   esauriente
Lettura
  •   Ha appreso la tecnica di lettura silenziosa e di lettura   espressiva ad alta voce
  •   Sa trovare informazioni in testi di diversa natura per   scopi pratici o conoscitivi
    •   Legge testi narrativi e descrittivi, distinguendo   l’invenzione letteraria dalla realtà
Scrittura
  •   Sa produrre testi di esperienze personali, lettere,   filastrocche ……
  •   Sa rielaborare testi (riassumere, trasformare, …..)
  •   Sa produrre testi corretti dal punto di vista ortografico,   morfosintattico, lessicale
Usa il computer per   scrivere, impaginare, corredare con tabelle e/o immagini un testo Riflessione   sulla lingua
  •   Conosce le convenzioni ortografiche
  •   Identifica le principali parti del discorso
Riconosce nella frase   il soggetto, il predicato e i principali complementi diretti e indiretti

 

 

INGLESE

  •   Comprende istruzioni e brevi testi, anche multimediali
  •   Descrive persone, luoghi, oggetti
  •   Interagisce in modo comprensibile con compagni e/o adulti
  •   Legge e comprende brevi e semplici testi
  •   Scrive in forma comprensibile frasi, testi, risponde a   domande
  •   Conosce e applica le principali regole grammaticali

 

STORIA

  •   Sa leggere carte storico-geografiche
  •   Confronta le civiltà studiate
  •   Ricava e produce informazioni da grafici, tabelle, ……
  •   Espone, anche per iscritto, conoscenze e concetti appresi

 

 

 

GEOGRAFIA

 

Orientamento
  • Sa orientarsi   utilizzando la bussola e i punti cardinali
Linguaggio   della geo-graficità
  •   Sa analizzare e interpretare carte geografiche diverse
Sa localizzare sulla carta geografica   le differenti regioni fisiche Regione   e sistema territoriale
  •   Acquisisce il concetto di regione geografica
  •   Sa valutare gli effetti dell’azione dell’uomo sul patrimonio   naturale e culturale
 
           

 

 

 

 

 

 

MATEMATICA

Numeri
  •   Sa leggere, scrivere, confrontare numeri e decimali
  •   Esegue le quattro operazioni con numeri interi e decimali
  •   Sa utilizzare numeri decimali, frazioni e percentuali
    •   Conosce sistemi numerici in uso in luoghi, tempi e culture   diversi
Spazio e   figure
  •   Sa denominare, classificare e riprodurre figure   geometriche, usando strumenti adeguati
  •   Riconosce figure, ruotate e traslate
  •   Confronta e misura angoli
  •   Sa riprodurre in scala una figura geometrica
    •   Calcola perimetro e/o area di figure geometriche   utilizzando formule
Relazioni,   dati, previsioni
  •   Conosce le funzioni di frequenza, moda, media
  •   Sa risolvere problemi e rappresentarli con tabelle e   grafici
    •   Sa utilizzare le principali unità di misura

 

 

 

 

SCIENZE

Oggetti,   materiale e trasformazioni
  •   Scopre la proprietà di alcuni materiali
    •   Osserva e schematizza alcuni passaggi di stato della   materia
Osservare   e sperimentare sul campo
  •   Osserva i fenomeni naturali riscontrabili nella vita   quotidiana
  •   Osserva le caratteristiche dell’acqua e il suo ruolo   nell’ambiente
    •   Conosce alcuni fenomeni astronomici
L’uomo,   i viventi e l’ambiente
  •   Conosce e descrive il funzionamento del corpo umano
  •   Ha cura della propria salute, anche negli aspetti   alimentari e motori
  •   Sa classificare animali, minerali e vegetali
    •   Conosce l’importanza dei problemi ambientali

MUSICA

  •   Sa eseguire brani vocali
  •   Conosce le funzioni della musica nella realtà, anche   multimediale

ARTE E IMMAGINE

Comunicare
  •   Sa sperimentare tecniche diverse per realizzare messaggi   visivi
Osservare   e leggere le immagini
  •   Sa osservare e descrivere immagini
    •   Sa interpretare ed usare il fumetto
Comprendere   e apprezzare le opere d’arte
  •   Riconosce gli aspetti più caratteristici del patrimonio   artistico del proprio territorio

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

  •   Sa adattare il proprio movimento alle componenti   spazio-temporali
  •   Sa comunicare intenzioni ed emozioni attraverso la   drammatizzazione
  •   Conosce e applica le modalità esecutive di giochi diversi
  •   Sa accettare la sconfitta, rispettando le regole

 

TECNOLOGIA

  •   Sa eseguire semplici misurazioni
  •   Sa disegnare figure geometriche piane e solide con l’uso   degli strumenti
  •   Sa riconoscere le parti fondamentali di un p.c. e alcuni   programmi
        RELIGIONE  
  •   Comprende che il mondo è opera di Dio   Padre
  •   Coglie i segni cristiani del Natale e   della Pasqua
  •   Riconosce la chiesa come famiglia di Dio   ricordando Gesù e il suo messaggio
          SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Obiettivi di apprendimento al termine del primo anno  
                 ITALIANO Ascolto e Parlato
  • Individua le informazioni principali di        un messaggio, anche trasmesso dai media.
  • Interviene in una conversazione        rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti, in un        registro adeguato alla situazione.
Lettura
  • Legge in modo        chiaro e scorrevole.
  • Sa riconoscere il        tipo testuale.
  • Comprende fatti,        concetti, idee-chiave.
Scrittura
  • Sa produrre testi        corretti dal punto di vista ortografico, morfosintattico, lessicale.
  • Sa produrre testi        coerenti e personali.
  • Sa scrivere testi        di vario tipo.
  • Sa parafrasare,        manipolare testi di vario tipo
Riflessione sulla lingua
  • Conosce l’ortografia.
  • Conosce la morfologia.
  • Conosce gli elementi-base della frase.
  • Sa cogliere e usare gli elementi        fondamentali della comunicazione.
Organizzazione dei contenuti
  • Sa organizzare e        memorizzare i contenuti.
  • Sa memorizzare        brevi testi poetici.
                INGLESE Ascolto (comprensione orale)
  •   Comprendere espressioni di uso comune relative al proprio   vissuto.
  •   Comprendere comandi e istruzioni.
  •   Comprendere globalmente semplici messaggi o testi .
Parlato (produzione e   interazione orale)
  •   Parlare di sé e dell’ambiente in cui si vive.
  •   Esprimere preferenze.
  •   Descrivere azioni abituali e azioni in corso di   svolgimento.
  •   Interagire rispondendo a semplici domande.
Lettura (comprensione scritta)
  •   Leggere con pronuncia ed intonazione corrette.
  •   Comprendere leggendo semplici istruzioni.
  •   Comprendere leggendo semplici dialoghi e testi.
  •   Individuare leggendo vocaboli noti e informazioni.
Scrittura (produzione scritta)
  •   Utilizzare in modo appropriato funzioni, strutture e   vocaboli studiati.
  •   Scrivere in modo essenziale informazioni su di sé,   sull’ambiente in cui si vive, su abitudini e azioni temporanee.
Riflessione sulla   Lingua
  •   Osservare le parole nei contesti d’uso e rilevare le   eventuali variazioni di significato.
  •   Osservare la struttura delle frasi e mettere in relazione   costrutti e funzioni comunicative.
  •   Confrontare parole e strutture relative a codici verbali   diversi.
Civiltà
  •   Cenni su usi e costumi britannici.
  •   Conoscere e confrontare modelli di civiltà e culture diverse.
       
              FRANCESE Comprensione della lingua orale
  •   Comprendere espressioni familiari.
  •   Comprendere espressioni relative al vissuto.
  •   Comprendere comandi e istruzioni.
Comprensione della lingua   scritta
  •   Comprendere leggendo semplici istruzioni.
  •   Comprendere leggendo semplici dialoghi e testi.
Produzione della lingua orale
  •   Formulare richieste e impartire istruzioni.
  •   Interagire parlando di sé e dell’ambiente in cui si vive.
  •   Esprimere ciò che    piace e non  piace.
  •   Riferire su un avvenimento e attività.
Produzione lingua scritta
  •   Scrivere in modo essenziale informazioni su di sé.
  •   Scrivere in modo essenziale dell’ambiente in cui si vive.
Conoscenze e uso delle   strutture grammaticali e funzioni linguistiche
  •   Usare le strutture e funzioni linguistiche adeguate alla   situazione.
       STORIA       Uso delle fonti
  • Sa distinguere i        diversi tipi di fonte.
Strumenti concettuali
  • Conosce l’eredità        del mondo classico e i momenti fondamentali della storia medievale.
Educazione Civica
  • Acquisisce il        senso della legalità e della responsabilità.
  • Si impegna a        elaborare azioni finalizzate al miglioramento continuo del proprio        contesto di vita.
Organizzazione delle informazioni
  • Comincia ad        utilizzare grafici e mappe spazio-temporali per organizzare le        conoscenze studiate.
Produzione scritta e orale
  • Sa esporre le        conoscenze acquisite.
       GEOGRAFIA Concetti geografici
  •   Conosce alcuni concetti-cardine delle strutture logiche   della geografia.
Conoscenze
  • Consolida il        concetto di regione geografica applicandolo all’Italia e all’Europa.
Linguaggio della geo-graficità
  • Legge e        interpreta i vari tipi di carta geografica.
  • Legge e comunica        attraverso il linguaggio specifico della geo-graficità (carte geografiche,        grafici, dati statistici).
               MATEMATICA Numeri
  •   Eseguire addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni,   divisioni, ordinamenti e confronti tra i numeri conosciuti ( numeri naturali,   numeri interi, frazioni e numeri decimali), quando possibile a mente oppure   utilizzando gli usuali algoritmi scritti, le calcolatrici e i fogli di   calcolo e valutando quale strumento può essere più opportuno.
  •   Dare stime approssimate per il risultato di una operazione   e controllare la plausibilità di un calcolo.
  •   Rappresentare i numeri conosciuti sulla retta.
  •   Utilizzare scale graduate in contesti significativi per le   scienze e per la tecnica.
  •   individuare multipli e divisori di un numero naturale e   multipli e divisori comuni a più numeri.
  •   Comprendere il significato e l’utilità del multiplo comune   più piccolo e del divisore comune più grande, in matematica e in situazioni   concrete.
  •   In casi semplici scomporre numeri naturali in fattori   primi e conoscere l’utilità di tale scomposizione per diversi fini.
  •   Utilizzare la notazione usuale per le potenze con   esponente intero positivo, consapevoli del significato e le proprietà delle   potenze per semplificare calcoli e notazioni.
  •   Conoscere la radice quadrata come operatore inverso   dell’elevamento al quadrato.
  •   Utilizzare la proprietà associativa e distributiva per   raggruppare e semplificare, anche mentalmente, le operazioni.
  •   Descrivere con una espressione numerica la sequenza di   operazioni che fornisce la soluzione di un problema.
  •   Eseguire semplici espressioni di calcolo con i numeri   conosciuti, essendo consapevoli del significato delle parentesi e delle   convenzioni sulla precedenza delle operazioni.
  •   esprimere misure utilizzando anche le potenze del 10 e le   cifre significative.
Spazio e figure
  •   Riprodurre figure e disegni geometrici, utilizzando in   modo appropriato e con accuratezza opportuni strumenti (riga, squadra,   compasso, software di geometria).
  •   Rappresentare punti, segmenti e figure sul piano   cartesiano.
  •   conoscere definizioni e proprietà (angoli, assi di   simmetria, diagonali…) delle principali figure piane (triangoli,   quadrilateri, poligoni regolari, cerchio).
  •   Riprodurre figure e disegni geometrici in base a una   descrizione e codificazione fatta da altri.
  •   Risolvere problemi utilizzando le proprietà geometriche   delle figure.
Relazioni e funzioni
  •   Interpretare, costruire e trasformare formule che   contengono lettere per esprimere in forma generale relazioni e proprietà.
Dati e previsioni
  •   Rappresentare insieme di dati. In situazioni   significative, confrontare dati al fine di prendere decisioni, utilizzando le   distribuzioni delle frequenze e delle frequenze relative e le nozioni di media   aritmetica e mediana.
 
         SCIENZE Fisica e chimica
  •   Utilizzare i concetti fisici fondamentali quali :   temperatura, calore.
    •   Realizzare semplici esperienze.
Biologia
  •   Riconoscere le somiglianze e le differenze del   funzionamento delle diverse specie di viventi.
  •   Comprendere il senso delle grandi   classificazioni,riconoscere nei fossili indizi per ricostruire nel tempo le   trasformazioni dell’ambiente fisico, la successione e cenni all’evoluzione   della specie.
  •   Sviluppare progressivamente la capacità di spiegare il   funzionamento sia microscopico sia macroscopico dei viventi, individuando le   possibili relazioni.
  •   Assumere comportamenti e scelte personali ecologicamente   sostenibili.
 
           MUSICA
  •   Cogliere le corrispondenze suono-segno per decodificare un   messaggio musicale.
  •   Conoscere ed utilizzare sia nella lettura che nella   pratica strumentale gli elementi base della grammatica musicale.
  •   Utilizzare il ritmo come forma di espressione e   individuare le sequenze ritmiche più semplici.
  •   Possedere la tecnica di base della voce e di uno strumento   musicale e sapere eseguire semplici melodie e ritmi.
  •   Individuare le differenze tra suoni e rumori e saperli   ordinare secondo i diversi parametri acustici.
  •   Riconoscere dall’aspetto e dal timbro i principali   strumenti musicali.
  •   Conoscere gli usi che si possono fare della musica.
  •   Abbinare suoni ad    immagini.
  •   Possedere le prime nozioni circa lo sviluppo della   tradizione musicale (dalle origini al Medioevo).
  •   Ascoltare facili brani del repertorio classico   individuando gli strumenti usati.
  •   Utilizzare in ogni attività un lessico il più possibile   appropriato.
 
       ARTE E IMMAGINE Comprendere
  •   Saper osservare, leggere e descrivere la   realtà visiva.
Comunicare
  •   Usare il linguaggio visivo e le relative   tecniche in modo idoneo a raffigurare. interpretare, inventare la realtà per   realizzare un messaggio visivo.
Progettare
  •   Acquisire un metodo di lavoro.
  •   Acquisire capacità progettuali.
Conoscere il patrimonio artistico
  • Saper leggere e spiegare le opere        d’arte.
  • Conoscere le correnti artistiche e        i beni culturali.
Acquisire   il linguaggio specifico della materia.
               SCIENZE MOTORIE E   SPORTIVE Consolidamento e coordinamento degli   schemi motori di base
  •   Saper compiere, progettare e realizzare   movimenti finalizzati ad uno scopo.
  •   Saper adattare il proprio movimento alle   componenti spazio-temporali.
    •   Migliorare la capacità di equilibrio.
Potenziamento fisiologico-capacità   condizionali
  •   Migliorare le capacità di resistenza e   mobilità articolare.
  •   Migliorare le capacità di forza   muscolare e velocità.
Conoscenza degli obiettivi e delle   caratteristiche proprie delle attività motorie
  •   Acquisire un linguaggio specifico.
  •   Conoscere metodi e funzioni delle   attività motorie.
  •   Conoscere norme generali di prevenzione   degli infortuni.
Conoscenza delle regole nella pratica   ludica e sportiva
  •   Conoscere la struttura dei giochi   sportivi di squadra proposti.
  •   Acquisire abilità tecnico-tattiche  nei giochi proposti.
  •   Conoscere e rispettare le regole di   gioco per poterlo arbitrare.
Educazione stradale
  •   Conoscere le principali norme di   educazione stradale che riguardano pedoni e ciclisti.
  •   Segnaletica stradale di maggior utilità   per i ragazzi.
     TECNOLOGIA
  •   Sa riconoscere   e comprendere le caratteristiche delle principali materie prime, dei processi   di lavorazione ed utilizzo associati.
  •   Sa  riconoscere semplici termini tecnologici   nell’esposizione degli argomenti;
  •   Sa le   principali norme di comportamento degli utenti della strada.
  •   Sa riconoscere   e disegnare figure geometriche piane con l’uso degli strumenti appropriati.
  •   Sa riconoscere le   parti fondamentali di un pc, le funzioni svolte dal sistema operativo e i   concetti di base di alcuni programmi.
  •   Introdurre i   concetti sulla sicurezza durante la navigazione 1 ^classe (software pericoloso:  virus, ecc. ).
 RELIGIONE    
  •   Ricerca umana e rivelazione di Dio nella storia: il   Cristianesimo a confronto con l’Ebraismo e le altre religioni.
  •   Il libro della Bibbia, documento storico-culturale e   parola di Dio.
  •   L’identità storica di Gesù, la sua opera, morte e   risurrezione.
            Obiettivi  di  apprendimento al termine del secondo anno  
                   ITALIANO Ascolto e Parlato
  • Individua le        informazioni principali di un messaggio, anche trasmesso dai media.
  • Interviene in una        conversazione rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti,        in un registro adeguato alla situazione.
  • Sa prendere        appunti.
Lettura
  • Legge in modo chiaro e scorrevole.
  • Sa riconoscere il tipo testuale.
  • Comprende fatti, concetti, idee-chiave.
Scrittura
  • Sa produrre testi corretti dal punto di        vista ortografico, morfosintattico, lessicale.
  • Sa produrre testi coerenti e personali.
  • Sa scrivere testi di vario tipo.
  • Sa parafrasare, manipolare testi di vario        tipo.
Riflessione sulla   lingua
  • Conosce        l’ortografia.
  • Conosce la        morfologia.
  • Conosce la        sintassi della frase.
  • Sa cogliere e usare        gli elementi fondamentali della comunicazione.
Organizzazione dei   contenuti
  • Sa organizzare e memorizzare i contenuti.
  • Sa memorizzare brevi testi poetici.
                    INGLESE Ascolto (comprensione orale)
  • Comprendere espressioni di uso comune        relative alla vita quotidiana in contesti presenti, passati e futuri.
  • Comprendere semplici testi e dialoghi in        modo globale e analitico.
Parlato (produzione e   interazione orale)
  • Descrivere persone, ambienti, luoghi, con        lessico adeguato.
  • Esporre i contenuti essenziali di un        brano.
  • Esprimersi con pronuncia ed intonazione        corrette utilizzando un lessico adeguato.
Lettura (comprensione scritta)
  • Leggere con pronuncia ed intonazione        corrette.
  • Comprendere dialoghi e messaggi formulati        con lessico più articolato.
  • Cogliere il significato globale di un        testo.
  • Comprendere testi di vario tipo inerenti        anche altre discipline.
Scrittura (produzione scritta)
  • Rispondere a questionari su argomenti        proposti.
  • Completare brevi dialoghi.
  • Scrivere semplici testi sul proprio        vissuto.
Riflessione sulla   Lingua
  • Osservare le parole nei contesti d’uso e        rilevare le eventuali variazioni di significato.
  • Osservare la struttura delle frasi e        mettere in relazione costrutti e funzioni comunicative.
  • Confrontare parole e strutture relative a        codici verbali diversi.
Civiltà
  • Approfondimenti della cultura anglofona.
 
 
                FRANCESE  Comprensione della lingua orale
  • Comprendere brevi dialoghi in contesti        noti.
  • Comprendere un racconto o una descrizione        semplici.
  • Comprendere una breve poesia o canzone.
Comprensione lingua scritta
  • Comprendere brevi messaggi e dialoghi        formulati con lessico più articolato.
  • Comprendere testi espositivi.
Produzione lingua orale
  • Dialogare in contesti noti.
  • Descrivere persone, oggetti, luoghi con        lessico appropriato.
  • Interagire in brevi dialoghi.
Produzione lingua scritta
  • Scrivere una breve lettera con        informazioni personali.
  • Scrivere brevi testi relativi a persone e        luoghi familiari.
  • Completare brevi dialoghi.
  • Compilare un questionario su argomenti        noti.
Conoscenza e uso delle strutture   e funzioni linguistiche
  • Usare le strutture e funzioni        linguistiche adeguate alle varie situazioni.
Civiltà
  • Approfondimenti su aspetti della cultura        francofona, tradizioni e festività.
           STORIA       Uso delle fonti
  • Sa distinguere i        diversi tipi di fonte.
Strumenti concettuali
  • Conosce i momenti        fondamentali della storia moderna.
Educazione Civica
  • Acquisisce il        senso della legalità e della responsabilità.
  • Si impegna a        elaborare azioni finalizzate al miglioramento continuo del proprio        contesto di vita.
Organizzazione delle informazioni
  • Utilizza e        comincia a costruire grafici e mappe spazio-temporali per organizzare le        conoscenze studiate.
Produzione scritta e orale
  • Sa esporre le        conoscenze acquisite, operando collegamenti.
       GEOGRAFIA Concetti geografici
  •   Conosce alcuni concetti-cardine delle strutture logiche   della geografia.
Conoscenze
  • Conosce l’Europa        in generale e gli Stati europei.
Linguaggio della geo-graficità
  • Legge e        interpreta i vari tipi di carta geografica.
  • Legge e comunica        attraverso il linguaggio specifico della geo-graficità (carte geografiche,        grafici, dati statistici).
           MATEMATICA                     Numeri
  •   Eseguire addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni,   divisioni, ordinamenti e confronti tra i numeri conosciuti ( numeri naturali,   numeri interi, frazioni e numeri decimali), quando possibile a mente oppure   utilizzando gli usuali algoritmi scritti, le calcolatrici e i fogli di   calcolo e valutando quale strumento può essere più opportuno.
  •   Dare stime approssimate per il risultato di una operazione   e controllare la plausibilità di un calcolo.
  •   Rappresentare i numeri conosciuti sulla retta.
  •   Utilizzare scale graduate in contesti significativi per le   scienze e per la tecnica.
  •   Descrivere rapporti e quozienti mediante frazioni.
  •   Utilizzare frazioni equivalenti e numeri decimali per   denotare uno stesso numero razionale in diversi modi, essendo consapevoli di   vantaggi e svantaggi delle diverse rappresentazioni.
  •   Comprendere il significato di percentuale e saperla   calcolare utilizzando strategie diverse.
  •   In casi semplici scomporre numeri naturali in fattori   primi e conoscere l’utilità di tale scomposizione per diversi fini.
  •   Utilizzare la notazione usuale per le potenze con   esponente intero positivo, consapevoli del significato e le proprietà delle   potenze per semplificare calcoli e notazioni.
  •   Dare stime della radice.
  •   Utilizzare la proprietà associativa e distributiva per   raggruppare e semplificare, anche mentalmente, le operazioni.
Spazio e figure
  •   Riprodurre figure e disegni geometrici, utilizzando in   modo appropriato e con accuratezza opportuni strumenti (riga, squadra,   compasso, software di geometria).
  •   Conoscere definizioni e proprietà (angoli, assi di   simmetria, diagonali…) delle principali figure piane (triangoli,   quadrilateri, poligoni regolari, cerchio).
  •   Riprodurre figure e disegni geometrici in base a una   descrizione e codificazione fatta da altri
  •   Riconoscere figure piane simili in vari contesti e   riprodurre in scala una figura assegnata.
  •   Conoscere il Teorema di Pitagora e le sue applicazioni in   matematica e in situazioni concrete.
  •   Determinare l’area di semplici figure scomponendole in   figure elementari, ad esempio triangoli o utilizzando le più comuni formule.
  •   Stimare per difetto e per eccesso l’area di una figura   delimitata da linee curve.
  •   Risolvere problemi utilizzando le proprietà geometriche   delle figure.
Relazioni e funzioni
  •   Interpretare, costruire e trasformare formule che   contengono lettere per esprimere in forma generale relazioni e proprietà.
  •   Esprimere la relazione di proporzionalità con un’uguaglianza   di frazioni e viceversa.
  •   Usare il piano cartesiano per rappresentare relazioni e   funzioni empiriche o ricavate da tabelle, e per conoscere in particolare le   funzioni del tipo y=ax, y=a/x, y=ax2, y=2n e i loro   grafici e collegare le prime due al concetto di proporzionalità.
       SCIENZE Chimica
  • Padroneggiare concetti   di trasformazione chimica e realizzare semplici esperienze.
Biologia
  • Sviluppare   progressivamente la capacità di spiegare il funzionamento sia microscopico   sia macroscopico dei viventi individuando le possibili relazioni.
  • Sviluppare la cura e   il controllo della propria salute attraverso una corretta alimentazione;   evitare consapevolmente i danni prodotti dal fumo e dalle droghe.
  • Assumere comportamenti   e scelte personali ecologicamente sostenibili.
           MUSICA
  •   Applicare il principio di lettura di un brano tramite le   strutture del linguaggio musicale già appreso.
  •   Conoscere  gli   elementi fondamentali della grammatica musicale.
  •   Eseguire brani ritmici e melodici di media difficoltà   utilizzando gli strumenti e la voce come mezzo per socializzare e comunicare   con gli altri.
  •   Individuare le differenze espressive del discorso musicale   riconoscendone durante l’ascolto gli elementi primari.
  •   Riconoscere e saper ordinare i suoni secondo i diversi parametri.
  •   Riconoscere i principali strumenti musicali,   evidenziandone le caratteristiche timbriche ed espressive e saperli   classificare.
  •   Distinguere tra musica colta e musica popolare,   riconoscendone l’organico strumentale
  •   Possedere le nozioni    dello sviluppo della tradizione musicale dal periodo  Medievale all’età Classica.
  •   Utilizzare in ogni attività un lessico il più possibile   appropriato.
         ARTE   E IMMAGINE Comprendere
  •   Saper osservare, leggere e descrivere la   realtà visiva.
Comunicare
  •   Usare il linguaggio visivo e le relative   tecniche in modo idoneo a raffigurare, interpretare,  inventare la realtà per realizzare un   messaggio visivo.
Progettare
  •   Acquisire un metodo di lavoro.
  •   Acquisire capacità progettuali.
Conoscere il patrimonio artistico
  • Saper  leggere e spiegare le opere d’arte.
  • Conoscere le        correnti artistiche e i beni culturali.
  • Acquisire        ulteriormente il linguaggio specifico della materia.
           SCIENZE MOTORIE E   SPORTIVE Consolidamento e coordinamento degli   schemi motori di base
  •   Saper compiere, progettare e realizzare   movimenti finalizzati ad uno scopo.
  •   Saper adattare il proprio movimento alle   componenti spazio-temporali.
  •   Migliorare la capacità di equilibrio.
Potenziamento fisiologico-capacità   condizionali
  •   Migliorare le capacità di resistenza e mobilità   articolare.
  •   Migliorare le capacità di forza   muscolare e velocità.
Conoscenza degli obiettivi e delle   caratteristiche proprie delle attività motorie
  •   Acquisire un linguaggio specifico.
  •   Conoscere metodi e funzioni delle   attività motorie.
  •   Conoscere norme generali di prevenzione   degli infortuni.
Conoscenza delle regole nella pratica   ludica e sportiva
  •   Conoscere la struttura dei giochi   sportivi di squadra proposti.
  •   Acquisire abilità tecnico-tattiche  nei giochi proposti.
  •   Conoscere e rispettare le regole di   gioco per poterlo arbitrare.
         TECNOLOGIA  
  •   Sa individuare   l’utilizzo specifico dei materiali nei cicli di lavorazione.
  •   Sa utilizzare   termini tecnico-scientifici nell’esposizione degli argomenti.
  •   Sa riconoscere   ed osservare le trasformazioni dell’ambiente, realizzate dall’uomo, con l’uso   di appropriate tecnologie.
  •   Alcuni   riferimenti di educazione stradale.
  •   Sa   rappresentare graficamente semplici oggetti solidi.
  •   Sa ampliare e   approfondire l’utilizzo dei programmi informatici proposti nella classe   prima.
  •   Promuovere un   uso più responsabile dei mezzi di comunicazione interattivi (riflessioni nei   confronti delle informazioni acquisite).
 
   RELIGIONE    
  •   La Chiesa, realtà universale e   locale, comunità di fratelli, edificata da carismi e ministeri.
  •   I Sacramenti, incontro con Cristo nella Chiesa.
  •   Aspetti costitutivi e significati della celebrazione dei   Sacramenti.
  •   Le caratteristiche della salvezza attuata da Gesù, in   rapporto ai bisogni e alle attese dell’uomo, con riferimento particolare alle   lettere di San Paolo.
                      Obiettivi  di  apprendimento al termine del terzo anno
                           ITALIANO Ascolto e Parlato
  • Comprende lo        scopo, l’argomento e le informazioni di un messaggio, anche trasmesso        dai media, individuando scopo, argomento, informazioni principali e        punto di vista dell’emittente.
  • Ascolta testi        applicando tecniche di supporto (presa di appunti, parole-chiave, segni        convenzionali).
  • Interviene in una        conversazione con pertinenza e coerenza, rispettando tempi e turni di parola        e fornendo un positivo contributo personale.
Lettura
  • Legge in modo chiaro, scorrevole ed        espressivo.
  • Sa riconoscere il tipo testuale.
  • Comprende fatti, concetti, idee-chiave.
  • Ricava informazioni esplicite e implicite        da testi espositivi per documentarsi su un argomento o per realizzare        scopi pratici.
Scrittura
  • Sa produrre testi corretti dal punto di        vista ortografico, morfosintattico, lessicale.
  • Sa produrre testi coerenti e personali.
  • Sa scrivere testi di vario tipo.
  • Sa parafrasare, manipolare testi di vario        tipo.
  • Sa utilizzare la videoscrittura per i        propri testi curandone l’impaginazione.
Riflessione sulla   lingua
  • Conosce la        morfologia.
  • Conosce la        sintassi della frase.
  • Conosce la        sintassi del periodo.
  • Conosce e usa        registri linguistici diversi.
Organizzazione dei   contenuti
  • Sa organizzare e memorizzare i contenuti.
  • Sa memorizzare brevi testi poetici.
                         INGLESE Ascolto (comprensione orale)
  •   Comprendere il contenuto di un discorso o di un testo   ricavandone informazioni specifiche in contesti presenti, passati e futuri,   relativi alla quotidianità, all’attualità e alla propria sfera di interessi.
  •   Comprendere termini ed informazioni attinenti a contenuti   di altre discipline.
  •   Comprendere il significato di termini sconosciuti   ricavandone nuove conoscenze.
Parlato (produzione e interazione   orale)
  •   Interagire in una semplice conversazione rispondendo a   domande specifiche su argomenti noti.
  •   Esporre le proprie opinioni in modo semplice e chiaro sul   proprio vissuto.
  •   Raccontare un avvenimento passato, esporre piani futuri,   formulare ipotesi e condizioni con lessico    appropriato.
Lettura (comprensione scritta)
  •   Leggere con pronuncia ed intonazione corrette.
  •   Cogliere la sequenza degli eventi di un testo attraverso   la sua comprensione.
  •   Individuare le informazioni esplicite ed implicite di un testo.
  •   Ipotizzare il significato di parole non note.
Scrittura (produzione scritta)
  •   Rispondere a questionari rielaborando le informazioni in   modo personale ed esprimendo il proprio punto di vista se richiesto.
  •   Scrivere lettere sul proprio vissuto parlando di   avvenimenti passati, progetti futuri o formulando. ipotesi. Utilizzare un   registro adeguato al destinatario e al contesto.
  •   Esprimere sensazioni ed opinioni.
Riflessione sulla Lingua
  •   Rilevare regolarità e variazioni nella forma di testi   scritti.
  •   Osservare la struttura delle frasi e mettere in relazione   costrutti e funzioni comunicative.
  •   Confrontare parole e strutture relative a codici verbali   diversi.
Civiltà
  •   Conoscere gli aspetti culturali e sociali dei paesi   anglofoni.
   
          FRANCESE  Comprensione lingua orale
  •   Comprendere un dialogo su argomenti familiari e legati   alla quotidianità.
  •   Comprendere il contenuto di una poesia, canzone, semplice   storia.
Comprensione lingua scritta
  •   Comprendere dialoghi di vario argomento.
  •   Comprendere testi espositivi inerenti le discipline   curricolari.
Produzione lingua orale
  •   Descrivere luoghi, persone, cose in modo semplice.
  •   Dialogare su temi familiari e di interesse personale.
Produzione lingua scritta
  •   Scrivere lettere, semplici testi, su argomenti familiari,   di interesse personale, attualità.
  •   Produrre questionari esprimendo il proprio punto di vista   se richiesto.
  •   Produrre lettere su traccia.
Conoscenza ed uso delle   strutture e funzioni linguistiche
  •   Usare le strutture e le funzioni linguistiche adeguate   alle varie situazioni.
Civiltà
  •   Approfondimento degli aspetti culturali più significativi   del paese straniero.
             STORIA       Uso delle fonti
  • Sa distinguere i        diversi tipi di fonte.
Strumenti concettuali
  • Conosce i momenti        fondamentali della storia contemporanea.
Educazione Civica
  • Conosce le        origini e le caratteristiche della Costituzione italiana.
  • Conosce        l’organizzazione della repubblica democratica.
  • Conosce le        funzioni delle principali istituzioni dello Stato.
  • Acquisisce il        senso della legalità e della responsabilità.
  • Si impegna a        elaborare azioni finalizzate al miglioramento continuo del proprio        contesto di vita.
Organizzazione delle informazioni
  • Costruisce        grafici e mappe spazio-temporali per organizzare le conoscenze studiate.
Produzione scritta e orale
  • Sa esporre le conoscenze        acquisite operando collegamenti.
  • Usa conoscenze e        abilità per orientarsi nella complessa realtà del mondo contemporaneo.
       GEOGRAFIA Concetti geografici
  • Conosce alcuni        concetti-cardine delle strutture logiche della geografia.
Conoscenze
  • Conosce i        continenti extraeuropei.
Linguaggio della geo-graficità
  • Legge e        interpreta i vari tipi di carta geografica.
  • Legge e comunica        attraverso il linguaggio specifico della geo-graficità (carte geografiche,        grafici, dati statistici), utilizzando conoscenze selezionate da fonti        di informazione diverse, cartacee e digitali.
                                                           MATEMATICA Numeri
  •   Eseguire addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni,   divisioni, ordinamenti e confronti tra i numeri conosciuti ( numeri naturali,   numeri interi, frazioni e numeri decimali), quando possibile a mente oppure   utilizzando gli usuali algoritmi scritti, le calcolatrici e i fogli di   calcolo e valutando quale strumento può essere più opportuno.
  •   Dare stime approssimate per il risultato di una operazione   e controllare la plausibilità di un calcolo.
  •   Rappresentare i numeri conosciuti sulla retta.
  •   Utilizzare scale graduate in contesti significativi per le   scienze e per la tecnica.
  •   Utilizzare la notazione usuale per le potenze con   esponente intero positivo, consapevoli del significato e le proprietà delle   potenze per semplificare calcoli e notazioni.
  •   Utilizzare la proprietà associativa e distributiva per   raggruppare e semplificare, anche mentalmente, le operazioni.
Spazio e figure
  •   Riprodurre figure e disegni geometrici, utilizzando in   modo appropriato e con accuratezza opportuni strumenti (riga, squadra,   compasso, software di geometria).
  •   Descrivere figure complesse e costruzioni geometriche al   fine di comunicarle ad altri.
  •   Riconoscere figure piane simili in vari contesti e   riprodurre in scala una figura assegnata.
  •   Riprodurre figure e disegni geometrici in base a una   descrizione e codificazione fatta da altri.
  •   Conoscere il numero π, e alcuni modi per approssimarlo.
  •   Calcolare l’area del cerchio e la lunghezza della circonferenza,   conoscendo il raggio, e viceversa.
  •   Conoscere e utilizzare le principali trasformazioni   geometriche e i loro invarianti.
  •   Rappresentare oggetti e figure tridimensionali in vario   modo tramite disegni sul piano.
  •   Visualizzare oggetti tridimensionali a partire da   rappresentazioni bidimensionali.
  •   Calcolare l’area e il volume delle figure solide più   comuni e darne stime di oggetti della vita quotidiana.
  •   Risolvere problemi utilizzando le proprietà geometriche   delle figure.
Relazioni e funzioni
  •   Interpretare, costruire e trasformare formule che   contengono lettere per esprimere in forma generale relazioni e proprietà.
  •   Usare il piano cartesiano per rappresentare relazioni e   funzioni empiriche o ricavate da tabelle, e per conoscere in particolare le   funzioni del tipo y=ax, y=a/x, y=ax2, y=2n e i loro   grafici e collegare le prime due al concetto di proporzionalità.
  •   Esplorare e risolvere problemi utilizzando equazioni di   primo grado.
Dati e previsioni
  •   Rappresentare insieme di dati. In situazioni   significative, confrontare dati al fine di prendere decisioni, utilizzando le   distribuzioni delle frequenze e delle frequenze relative e le nozioni di   media aritmetica e mediana.
  •   In semplici situazioni aleatorie, individuare gli eventi   elementari, assegnare a essi una probabilità, calcolare la probabilità di   qualche evento, scomponendolo in eventi elementari disgiunti.
  •   Riconoscere coppie di eventi complementari, incompatibili,   indipendenti.
         SCIENZE Fisica e chimica
  • Utilizzare i concetti   fisici fondamentali quali :pressione,volume, velocità, peso, forza. Realizzare   semplici esperienze.
Astronomia e scienze della terra
  • Interpretare i più   evidenti fenomeni celesti attraverso l’osservazione del cielo, utilizzando   planetari. Ricostruire i movimenti della terra da cui dipendono il dì e la   notte e l’alternarsi delle stagioni.
  • Riconoscere, con   ricerche sul campo ed esperienze concrete,i principali tipi di rocce ed i   processi geologici da cui hanno avuto origine.
  • Conoscere la struttura   della terra e i suoi movimenti interni ( tettonica a placche ); individuare i   rischi sismici,vulcanici e idrogeologici.
Biologia
  • Conoscere le basi   biologiche della trasmissione dei caratteri ereditari acquisendo le prime   elementari nozioni di genetica.
  • Acquisire corrette   informazioni sullo sviluppo puberale e la sessualità.
  • Assumere comportamenti   e scelte personali ecologicamente sostenibili.
         MUSICA
  •   Leggere speditamente un brano musicale facendone l’analisi   con il lessico specifico.
  •   Conoscere  la   grammatica musicale e saperla applicare.
  •   Suonare a prima vista un semplice brano musicale.
  •   Eseguire in modo espressivo, collettivamente e   individualmente, brani vocali/strumentali di diversi generi e stili.
  •   Individuare i legami che ci sono tra la musica e le altre   arti (musica e immagine – musica e colore –    musica e testo – musica e sentimento ).
  •   Collocare i compositori principali e le loro opere nel   contesto storico che va dal Classicismo al Novecento.
  •   Riconoscere  in un   brano ascoltato gli elementi essenziali del discorso musicale ed individuarne   le principali caratteristiche legate al periodo storico.
  •   Utilizzare in ogni attività un lessico il più possibile   appropriato.
         ARTE E IMMAGINE Comprendere
  •   Saper osservare, leggere e descrivere la   realtà visiva.
  •   Saper fare scelte idonee, tra le tecniche   proposte, per produrre un messaggio visivo.
Comunicare
  •   Saper utilizzare il linguaggio visivo   per raffigurare, interpretare,    inventare la realtà.
Progettare
  •   Acquisire un metodo di lavoro.
  •   Acquisire capacità progettuali.
Conoscere il patrimonio artistico
  • Saper  leggere e spiegare le opere d’arte e i        beni culturali con un linguaggio specifico proprio della materia.
           SCIENZE MOTORIE E   SPORTIVE Consolidamento e coordinamento degli   schemi motori di base
  •   Saper compiere, progettare e realizzare   movimenti finalizzati ad uno scopo.
  •   Saper adattare il proprio movimento alle   componenti spazio-temporali.
  •   Migliorare la capacità di equilibrio.
Potenziamento fisiologico-capacità   condizionali
  •   Migliorare le capacità di resistenza e   mobilità articolare.
  •   Migliorare le capacità di forza   muscolare e velocità.
Conoscenza degli obiettivi e delle   caratteristiche proprie delle attività motorie
  •   Acquisire un linguaggio specifico.
  •   Conoscere metodi e funzioni delle   attività motorie.
  •   Conoscere norme generali di prevenzione   degli infortuni.
Conoscenza delle regole nella pratica   ludica e sportiva
  •   Conoscere la struttura dei giochi   sportivi di squadra proposti.
    •   Acquisire abilità tecnico-tattiche  nei giochi proposti.
    •   Conoscere e rispettare le regole di   gioco per poterlo arbitrare.
       TECNOLOGIA  
  •   Sa riconoscere   le varie fonti e forme di energia e modalità di produzione e trasformazione   dell’energia.
  •   Sa riconoscere   i settori della produzione: primario, secondario, terziario.
  •   Sa utilizzare   in modo appropriato, termini tecnologici sui vari argomenti trattati.
  •   Sa   rappresentare graficamente utilizzando i diversi metodi di rappresentazione   grafica, figure geometriche solide.
  •   Sa utilizzare i   concetti di informatica appresi per reperire, valutare, conservare, produrre,   presentare e scambiare informazioni.
  •   promuovere un   uso più responsabile dei mezzi di comunicazione interattivi (analisi critica  e riflessione nei confronti delle   informazioni acquisite).
 RELIGIONE    
  •   La fede, alleanza tra Dio e l’uomo, vocazione e progetto   di vita.
  •   Fede e scienza, letture distinte ma non conflittuali   dell’uomo e del mondo
  •   Cristo come via, verità e vita per l’umanità.
  •   Gesù e la    Chiesa nella cultura attuale.
      Obiettivi di apprendimento di Strumento musicale studio curricolare  triennale (in orario pomeridiano)  
STRUMENTO MUSICALE : –   chitarra   –   pianoforte    –   tromba        –   violino
  •   Conoscere la tecnica di base dello strumento scelto.
  •   Saper suonare in gruppo e interagire.
  •   Conoscere il repertorio del proprio strumento e delle formazioni di   gruppo.
  •   Conoscere in modo approfondito il codice e le regole del linguaggio   musicale.
  •   Sviluppare attraverso lo studio dello strumento la capacità di   espressione personale.
  •   Accrescere attraverso l’ esperienza musicale la fiducia e la   consapevolezza critica delle proprie capacità.
    •   Sviluppare autonomia e senso di responsabilità.
  Obiettivi di apprendimento  dei corsi curricolari  pomeridiani (a moduli)

GIOCHI MATEMATICI
  •   Potenziare le capacità logiche anche mediante l’utilizzo   di quesiti tratti dalle prove Invalsi.
  •   Potenziare le capacità di concentrazione e riflessione.
           RECUPERO DI ITALIANO Classi   prime:
  •   Consolidamento dei prerequisiti (dalla scuola primaria):   articolo, nome, verbo indicativo.
  •   Fonologia-ortografia.
  •   Articolo, nome, verbo attivo/passivo.
  •   Verbo attivo/passivo, transitivo/intransitivo.
  •   Recupero delle difficoltà evidenziate attraverso i compiti   eseguiti.
Classi   seconde:
  •   Consolidamento/recupero del programma dell’anno   precedente: articolo, nome, verbo attivo/passivo e transitivo/intransitivo
  •   Recupero pronomi dimostrativi e possessivi.
  •   Recupero pronomi.
  •   Recupero su soggetto, predicato, complementi oggetto, di   specificazione, di termine, attributo e apposizione.
  •   Recupero delle difficoltà evidenziate attraverso i compiti   eseguiti (altri complementi).
Classi   terze:
  •   Recupero soggetto. Predicato, complementi diretti e   indiretti
  •   Recupero dell’analisi logica.
  •   Recupero dell’analisi del periodo: principale,   subordinata, coordinata
  •   Recupero analisi della proposizione.
    •   Recupero delle difficoltà evidenziate attraverso i compiti   eseguiti.
           RECUPERO DI MATEMATICA Classi   prime:
  •   Conoscere il sistema di numerazione decimale posizionale.
  •   Saper eseguire le operazioni in N e saper  risolvere semplici espressioni.
  •   Saper scomporre in fattori primi.
  •   Saper calcolare il m.c.m. e il M.C.D..
  •   Conoscere i primi elementi geometrici.
Classi   seconde:
  •   Conoscere il concetto di frazione e saper eseguire le   operazioni con esse.
  •   Conoscere i numeri decimali ed operare con essi.
  •   Saper usare le tavole numeriche per il calcolo delle   radici quadrate.
  •   Calcolare il termine incognito di una proporzione.
  •   Conoscere le principali figure geometriche: triangoli e   quadrilateri.
  •   Risolvere semplici problemi sul perimetro e l’ area dei   principali poligoni.
Classi   terze:
  •   Conoscere i numeri relativi e saper risolvere le   operazioni con essi.
  •   Conoscere gli elementi fondamentali del calcolo letterale   e risolvere semplici equazioni.
  •   Risolvere semplici problemi di probabilità e statistica.
  •   Rappresentare i poligoni nel piano cartesiano.
  •   Saper calcolare St e V (formule dirette) delle   principali figure geometriche: cubo, parallelepipedo, piramide.

   

Obiettivi di apprendimento  dei Laboratori  di Potenziamento

Ampliamento offerta formativa – Valorizzazione delle eccellenze

In orario pomeridiano  
   LATINO
  •   Consolidamento dell’analisi logica.
  •   Confronto tra lingua latina e quella italiana
  •   Introduzione alle declinazioni, coniugazioni.
  •   Letture sulla civiltà latina.
  •   Approcci alla traduzione.
CANTO CORALE
  •   Attiva competenze cognitive, affettive, trasversali e meta   cognitive.
  •   Favorisce l’ apprendimento cooperativo.
  •   Sviluppa capacità di attenzione e di ascolto favorendo il   senso di appartenenza alla comunità scolastica.
  •   Facilita l’acquisizione di conoscenze e competenze   musicali, considerando il percorso “dall’ esperienza alla teoria” come   proprio presupposto metodologico privilegiato.
  •   Costituisce un efficace veicolo di diffusione della   cultura musicale.
CERTIFICAZIONE D’ INGLESE LIVELLO   A2:  KET
  • Riesce a        comprendere frasi ed espressioni di uso frequente relative a informazioni        di base sulla persona e sulla famiglia, acquisti, geografia locale,        lavoro
  • Riesce a        comunicare in attività semplici e di routine che richiedono uno scambio        di informazioni elementari e dirette su argomenti familiari e abituali
  • Riesce ad usare        frasi semplici per descrivere la sua famiglia e altre persone, il suo vissuto,        la sua educazione, il presente o l’esperienza lavorativa più recente
  CONTINUITA’ Il concetto di continuità educativo-didattica si riferisce allo sviluppo armonico  e alla crescita graduale della persona. La recente creazione dell’Istituto Comprensivo ha consentito di potenziare un efficace raccordo tra i vari ordini di scuola, nella integrazione di obiettivi educativi e finalità formative. In particolare l’istituto adotta le seguenti modalità:
  • formazione di commissioni con insegnanti dei diversi ordini di scuola e dei diversi plessi,
  • la realizzazione di progetti di istituto che coinvolgono studenti dei diversi ordini di scuola,
  • continuità tra gli obiettivi didattici ed educativi in uscita e i prerequisiti in entrata tra i vari ordini di scuola,
  • confronto tra i criteri di valutazione.
La continuità tra Asilo Nido e Scuola dell’Infanzia, tra Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria prevede momenti di open day aperti anche ai genitori e progetti mirati per le classi ponte. La continuità tra la Scuola primaria e la Scuola Secondaria di Primo grado prevede:
  • accoglienza degli alunni nella Scuola Secondaria di Primo grado  per un primo approccio di conoscenza delle strutture e dell’organizzazione scolastica;
  • laboratori all’interno della Scuola Secondaria di Primo grado della durata di due ore;
  • applicazione del criterio dell’equi-eterogeneità nella formazione delle classi prime per garantire a tutti in modo omogeneo un ambiente di apprendimento equilibrato;
  • i progetti dell’accoglienza con test d’ingresso comuni per favorire l’ inserimento ed evitare disagi.

 

ORIENTAMENTO

Una società in continua evoluzione, i nuovi modi di pensare,di interagire , gli attuali modelli di comportamento pongono in primo piano l’esigenza di orientare i giovani nella scelta della scuola  superiore. Tale attività necessita di un processo formativo continuo che porti l’individuo ad acquisire conoscenza di sé, delle proprie capacità e dei propri limiti, a raggiungere competenze, a trovare le informazioni per costruire un progetto personale. Il progetto prevede:
  • realizzazione all’interno della Scuola Secondaria di primo grado del Salone dello Studente: un’opportunità offerta agli alunni delle classi terze di incontrarsi con docenti e compagni delle Superiori e ai genitori di visitare il Salone;
  • la partecipazione al progetto di orientamento formativo ed individuale ORIS avviato dalla Provincia per il potenziamento delle competenze autoorientative;
  • la partecipazione al progetto INFORMAGIOVANI del Comune di Rapallo: uno sportello in Comune  ed uno all’interno dell’Istituto, aperto anche ai genitori, per orientare alle Scuole ed al lavoro.
  INTEGRAZIONE E INCLUSIONE Dalla Costituzione italiana: ART 3: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.        ART 34:  La scuola è aperta a tutti[…] I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi… E’ sulla base di questi articoli fondamentali che, nel tempo, si sono costruite le linee portanti del sistema scolastico nazionale; un sistema scolastico capace non solo di valorizzare gli allievi più talentuosi, ma anche di supportare le situazioni di disagio, attraverso scelte concrete, che hanno distinto il nostro percorso rispetto a quello di altri paesi. In tal senso ci sembra giusto ricordare almeno due aspetti significativi come l’inclusione degli alunni con difficoltà e l’integrazione degli allievi stranieri:
  • a partire dagli anni Settanta, come è noto, si è conclusa l’esperienza delle classi differenziali, e la scuola italiana ha aperto le sue classi agli allievi con disabilità, con una scelta emblematica: quella di considerare l’handicap come un ostacolo alla piena realizzazione della persona prima di tutto a livello sociale; una scelta sicuramente difficile, ma che responsabilizza l’intera comunità scolastica nell’accoglienza dell’altro;
  • negli anni Novanta, le leggi emanate in materia di immigrazione hanno sempre riconosciuto e affermato il diritto allo studio per tutti i minori presenti sul territorio del nostro Paese, attraverso interventi mirati di integrazione e inserimento graduale nella vita scolastica;
  • più recentemente la scuola italiana si sta misurando con il problema dei disturbi specifici di apprendimento (DSA), difficoltà spesso legate all’autostima, che possono limitare anche gravemente le sue potenzialità; anche qui si sta operando con il riconoscimento della necessità di un recupero personalizzato, attraverso diversi mezzi.
Il Collegio dei Docenti e il Consiglio d’Istituto hanno posto come finalità prioritaria la promozione del successo formativo degli alunni.  Le attività di sostegno, integrazione e inclusione  costituiscono parte integrante dell’offerta formativa della scuola.   Accoglienza e integrazione degli studenti stranieri La realtà degli studenti della nostra scuola è sempre più variegata. Come si evince dall’analisi del territorio(vedi pag 4),il fenomeno della presenza di alunni non italiani ha assunto, specialmente negli ultimi anni, dimensioni notevoli, rendendo necessario un intervento coordinato con le famiglie, le istituzioni, gli enti locali in modo da favorire l’integrazione. La nostra scuola cerca di motivare tutti i ragazzi a valorizzare le diversità, considerate un valore aggiunto. Il nostro Istituto organizza:
  • corsi di prima alfabetizzazione per gli alunni appena arrivati in Italia;
  • corsi di seconda alfabetizzazione, con particolare attenzione ai problemi collegati con lo studio delle materie orali e con la produzione scritta
collabora:
  • con il Villaggio del Ragazzo di San Salvatore di Cogorno per progetti di mediazione culturale per stranieri.
  • con il Comune di Rapallo nell’ambito del progetto di intercultura con la partecipazione al Laboratorio Intrecci.
Disagio Il disagio scolastico è un fenomeno complesso legato spesso a difficoltà di relazione, di isolamento e di inserimento sociale pertanto la scuola è chiamata ad affrontare situazioni problematiche mettendo in atto interventi su più livelli: quello del singolo alunno, quello della classe, quello del rapporto studente –scuola e del rapporto scuola-famiglia. Il nostro istituto cerca di creare un ambiente favorevole alle relazioni interpersonali, promuove la collaborazione tra docenti, famiglie e istituzioni, mette in atto itinerari metodologico-didattici sulla base della situazione dell’alunno. Il nostro Istituto collabora  con:
  • il Comune di Rapallo e la Cooperativa Agorà (Centro Supernova) di Rapallo per progetti contro la dispersione scolastica;
  • il Villaggio del Ragazzo di San Salvatore di Cogorno per progetti  di consulenza psicopedagogica per docenti e genitori.
Disabilità L’integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un percorso che coinvolge tutti i docenti,che contribuiscono secondo il proprio ruolo e le proprie competenze. La scuola, in collaborazione con le famiglie e l’ASL, garantisce un Piano Educativo Individualizzato (P.E.I.) per ciascun alunno con disabilità. L’intervento didattico-educativo dei docenti di sostegno si raccorda con l’attività svolta dai docenti curricolari. Disturbi specifici dell’apprendimento  (DSA) Anche per gli alunni che presentano problematiche relative a dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia e altri disturbi specifici dell’apprendimento,  l’Istituto riconosce il diritto allo studio come previsto dalla legge 170/2010 e dalle linee guida Ministeriali del luglio 2011.  Grazie alla realizzazione di percorsi personalizzati, all’uso di strumenti compensativi e dispensativi, alla collaborazione con l’ASL e con la famiglia, l’alunno può usufruire di un piano di lavoro coerente con i suoi bisogni, al fine di garantire il suo successo formativo. Recupero Le attività di recupero attuate dalla scuola rispondono alla necessità di colmare le lacune della preparazione di base e le carenze sia nel metodo di studio che nella motivazione all’impegno. Nella Scuola Primaria il recupero si effettua in itinere, durante le ore di compresenza e attraverso i progetti specifici di recupero. Nella Scuola Secondaria di Primo Grado il progetto si realizza lunghe due direttive:
  • l’intervento mirato in classe da parte dei docenti delle varie discipline, supportati da metodologie didattiche e strumenti il più possibile personalizzati per rispondere alle esigenze degli alunni;
  • i corsi curricolari pomeridiani a moduli rivolti a gruppi di studenti scelti dai diversi Consigli di Classe.  Gli incontri bisettimanali, della durata di un’ora ciascuno, si articolano su tre livelli e riguardano il recupero di italiano e di matematica.
  ISTRUZIONE DOMICILIARE Per garantire il diritto allo studio sancito dalla Costituzione, per gli alunni con certificazione medica ospedaliera superiore ai trenta giorni (legge 440/97),  la scuola attiva un progetto personalizzato di Istruzione Domiciliare. Il Consiglio di Classe/interclasse terrà conto delle esigenze dell’alunno, delle sue condizioni psico-fisiche e delle disponibilità della scuola.   VIAGGI DI ISTRUZIONE I viaggi di istruzione sono attività didattiche proposte dalla scuola ed approvate dal Consiglio di Classe/interclasse e dal Consiglio di Istituto. Essi vengono attuati in accordo con gli obiettivi educativi e con la programmazione didattica della classe e sono finalizzate all’ampliamento delle conoscenze individuali ed al consolidamento delle relazioni interpersonali.  I progetti vengono esaminati, eventualmente condivisi da altre classi  e poi approvati dagli organi competenti.  Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Principi e finalità dell’Istituto

Written by admin. Posted in Notizie home

La nostra scuola si propone come uno dei fattori principali nella formazione e nello sviluppo della persona dai tre ai tredici anni, insieme alla famiglia, ai coetanei, all’ambiente e agli stimoli esterni. PRINCIPI E FINALITA’ DELLA  SCUOLA DELL’INFANZIA Secondo le nuove Indicazioni Nazionali le finalità della scuola dell’infanzia sono di: –  consolidare l’IDENTITA’, cioè vivere serenamente tutte le dimensioni del proprio io, sentirsi sicuri in un ambiente sociale allargato,imparare a conoscersi e ad essere riconosciuti come persona unica e irrepetibile,sperimentare diversi ruoli e forme  di identità; -sviluppare l’AUTONOMIA cioè provare soddisfazione nel fare da sé e saper chiedere aiuto o poter esprimere insoddisfazione e frustrazione elaborando progressivamente risposte e strategie,saper esprimere sentimenti ed emozioni,partecipare alle decisioni imparando ad assumere comportamenti sempre più consapevoli; – acquisire COMPETENZE cioè giocare, muoversi, manipolare, curiosare, domandare, imparare a riflettere sull’esperienza attraverso l’esplorazione,l’osservazione e il confronto tra proprietà,quantità, caratteristiche,fatti; ascoltare,comprendere raccontare,rievocare azioni ed esperienze e tradurle in tracce personali e condivise. -Vivere le prime esperienze di CITTADINANZA cioè scoprire l’altro da sé e attribuire progressiva importanza agli altri e ai loro bisogni,rendersi sempre meglio conto della necessità di stabilire regole condivise.   PRINCIPI E FINALITA’ DELLA SCUOLA PRIMARIA La  principale finalità della Scuola Primaria è la “promozione del pieno sviluppo della personalità”. In questa prospettiva la scuola accompagna gli alunni a:
  • elaborare il senso della propria esperienza fornendo occasioni per capire se stesso,      prendere consapevolezza delle sue potenzialità, progettare percorsi e      verificare gli esiti, leggere e gestire le proprie emozioni, promuovere il      senso di responsabilità verso se stessi, gli altri, gli ambienti, gli      oggetti, sollecitare la riflessione sui comportamenti di gruppo,      sperimentare contesti di relazione, realizzare pratiche collaborative;
  • acquisire      “l’alfabetizzazione culturale di base” offrendo a ciascun bambino      l’opportunità di sviluppare le dimensioni cognitive, emotive, affettive,      sociali, corporee, etiche e religiose;
  • promuovere      la cittadinanza mediante il prendersi cura di se stessi, degli altri e      dell’ambiente, favorendo la cooperazione e la solidarietà e sviluppando il      senso della responsabilità.
PRINCIPI E FINALITA’ DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO La  Scuola Secondaria di Primo Grado è aperta al confronto culturale sempre nel  rispetto dell’altro, anche se diverso, cercando di offrire a ciascuno gli strumenti adeguati per crescere e maturare assieme in uno stato di civile convivenza, di legalità, di sicurezza nel rispetto della privacy. Le finalità della nostra scuola tendono a sviluppare le potenzialità di tutti in un clima di lavoro positivo, con i seguenti obiettivi: Relativamente al personale:
  • potenziare la rete informatica per garantire uno strumento più efficace per lo svolgimento dell’ attività didattica e per la realizzazione di iniziative di formazione rivolte al personale docente e ATA;
  • favorire percorsi di formazione per tutti i docenti, basati sulla riflessione e la condivisione delle pratiche professionali, con gruppi di lavoro in presenza e on-line, per far crescere la qualità della didattica.
Relativamente agli alunni:
  • sperimentare valori e comportamenti coerenti con i principi della Costituzione;
  • educare ai valori di pluralismo, solidarietà, cooperazione;
  • educare all’accoglienza, considerando le diversità una risorsa;
  • sviluppare le capacità relazionali, creando un clima di lavoro positivo;
  • valorizzare le doti e gli interessi dello studente, favorendone la creatività e i percorsi personalizzati;
  • orientare i ragazzi a scegliere;
  • sviluppare le conoscenze, le capacità e la creatività attraverso il potenziamento dei laboratori pomeridiani nell’ambito dell’A.O.F.;
  • favorire l’integrazione e l’apprendimento della lingua italiana per gli alunni stranieri e lo scambio tra le varie culture per il rispetto delle diverse identità.
Tali finalità  sono perseguite attraverso:
  • una programmazione educativa e didattica rigorosa, sia essa curricolare  che extracurricolare;
  • la personalizzazione e l’individualizzazione della progettazione didattica;
  • la collaborazione con le famiglie;
  • le attività di sostegno ed integrazione;
  • le attività di apprendimento dell’italiano per gli alunni stranieri;
  • l’ attività di recupero curricolare;
  • i corsi curricolari pomeridiani di :
◦       uno strumento musicale (triennale), ◦       eccellenza: giochi matematici – preparazione alle prove INVALSI, ◦       recupero di Italiano e Matematica;
  • la valorizzazione delle eccellenze mediante:
◦       i laboratori pomeridiani: ▪       Canto corale, ▪       Latino, ▪       Certificazione di  perfezionamento d’ Inglese KET(corsi di preparazione  al conseguimento della Certificazione europea di lingua inglese dell’ Università di Cambridge ); ◦       partecipazione ai concorsi Kangourou di lingua inglese,  di matematica e di informatica;
  • le attività di collegamento con il territorio (visite guidate, mostre, teatro,);
  • la partecipazione a visite e viaggi d’istruzione;
  • l’intervento di esperti esterni, enti, istituzioni;
attivazione di vari progetti.                                                                                                Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Organigramma

Written by admin. Posted in Notizie home

Dirigente Scolastico: Prof. Giacomo Daneri Direttore Amministrativo: Dott.ssa Roberta Razzano Collaboratori del Dirigente: Scuola secondaria di primo grado Prof.ssa Francesca Laganà, Prof.ssa Donatella Arena Scuola primaria maestra Daniela Orio Scuola dell’Infanzia Via Arpinati: maestra A.Cresti Scuola dell’Infanzia Via Bobbio: maestra L.LApis Il Dirigente Scolastico riceve su appuntamento, da fissare telefonando al numero 0185 67367 o scrivendo una mail a giacomo.daneri@istitutocomprensivorapallo.edu.it o geic85700d@istruzione.it REFERENTI COMMISSIONI E PROGETTI POF stesura e armonizzazione: Bonati, Villa, Chiesa, Coordinamento strumenti musicali: Pettazzi Biblioteca e sussidi: Guidotti, Merani, Taibi, Repetto, Canessa. Ambiente, Salute, Pari opportunità: Bonati, Pagliaro, Orio Teatro,a rte e musica: Laganà, Pettazzi Teatro, relaz.esterne: Mussi, Guidotti (Comunic. M.Media) Orario e sostituzioni: Vasquez, Motta, Orio Formaz.classi: Arena, Vasquez e un insegnante per corso; Orio Continuità: Arena,Turchi,Pasticcio, Ferrari-Vasquez, Amato, Crovetto. Sito WEB istituzionale e Sperimentazioni tecnologiche: Guidotti, La Rosa, Venturelli. Lim,Computer: Lo Giudice,Venturelli Disabilità, sostegno: Alessandrino,Bruzzone Accoglienza stranieri:Bellini,Chiesa, Giannoni, Certificaz.esterne: Piccinno, Pignone, Scionico,La Rosa Sicurezza/legalità:Vaccaro, Canessa,Macchia Mensa: Lo Giudice, Pasticcio, Accardi. Invalsi,rapp.est.: Motta, Orio Sport: Giussani, Orio Orientamento: Bellini,Corsini, Crovetto,Vasquez. Viaggi: Secci,Laganà,Orio RSPP:Lo Giudice       ASPP:Ganzarolli RLS(in sospeso) COMITATO DI VALUTAZIONE Federici, Macchia, Piccinno, Razeto. Supplenti: Macchiavello, Cattaneo FUNZIONI STRUMENTALI Attuazione POF: Buccilli, Razeto Sito e nuove tecnologie : Guidotti, Venturelli, Macchia Integrazione/Inclusione : Giannoni,Guerrasio,Figone,Chiesa RESPONSABILI AULE E LABORATORI Aule di  ed. musicale: Agosteo Aule di  ed. artistica: Laganà Lab. scientifico: Piccinno, Buccilli Palestre: Giussani, Boggiano Collaboratori scolastici SEDE: Cosentino Tina Galtieri Francesca Imperatore Lucia Mannino Giuseppina Martella Biagio Mercaldi Carla Riotti Roberto Roveta Paolo   PLESSO PASCOLI: Barbagelata Luciana Colombini Rosatea Grande Rosa Suardi Fulvio   PLESSO S.ANNA- Via Arpinati: Bellino Alfonso Famà Angelo   PLESSO S:ANNA- Via Bobbio De Luca Domenica Giordano Francesco  Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

L’anno scolastico

Written by admin. Posted in Notizie home

SUDDIVISIONE DELL’ ANNO SCOLASTICO SCUOLA DELL’INFANZIA Due periodi equivalenti: Settembre-Gennaio/Febbraio-Giugno.   SCUOLA PRIMARIA Due quadrimestri:  I quadrimestre fino al 31 gennaio, II quadrimestre fino al 12 giugno.   SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Un trimestre (fino al 22/12/2012) Un pentamestre (fino al 12/6/2013) con valutazione intermedia a marzo.

PERSONALE SCOLASTICO

Il personale in servizio risulta composto da: 1 dirigente, 104 docenti, 1 direttore dei servizi amministrativi, 6 assistenti amministrativi (2 unità  part-time), 1 docente proveniente dalla scuola primaria (ex art. 113), 16 collaboratori scolastici.   I docenti risultano cosi suddivisi:  
  TOT. Docenti Docenti di ruolo Docenti già in servizio   a.s.2011/12
Scuola   dell’Infanzia

19

   17 (89%)

     16 (84%)

Scuola   Primaria

23

   20 (87%)

     18 (78%)

Scuola   Secondaria di Primo Grado

63

   48 (77%)

     46 (74%)

TOT  105           TOT 85 (82%)     TOT 80 (77%)Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Calendario

Written by admin. Posted in Notizie home

Inizio anno scolastico 2012/2013:  17 settembre 2012
  • Giorni aggiuntivi di chiusura della scuola decisi dalla Regione: 2 novembre 2012
  • Vacanze natalizie: dal 24 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013
  • Vacanze pasquali: dal 28 marzo al 1 aprile 2013
  • Termine lezioni: 12 giugno 2013 (Scuola dell’Infanzia 29 giugno 2013)
  • Entro il 20 di ottobre  contratto formativo ed elezione del rappresentante di sezione
SCUOLA DELL’INFANZIA
  • Entro il 20 di giugno contratto formativo finale
  • Novembre – gennaio- aprile  consiglio di intersezione
  • Novembre-febbraio-aprile colloqui individuali o assemblea dei genitori
SCUOLA PRIMARIA
  • Tra il 15 e il 30 ottobre: assemblea di classe per Contratto formativo ed elezione del rappresentante di classe.
  • Dal 15/11 al 30/11:      comunicazioni bimestrali alle famiglie.
  • Tra l’1 e il 15      /02: consegna documento di valutazione primo quadrimestre.
  • Dal 15/04 al 30/04:      comunicazioni bimestrali alle famiglie.
  • Dal 13/06 al 28/06:      assemblea di classe per verifica del Contratto formativo.
  • Dal 17 al 28/06:      consegna documento di valutazione finale.
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
  • I ricevimento generale riservato ai genitori:  20 novembre 2012
    • II ricevimento generale riservato ai genitori: 18 aprile 2013
    • Riconsegna della scheda di valutazione del trimestre: 24 gennaio 2013
    • Consegna  della scheda di valutazione del pentamestre:   giugno 2013
    • Consegna attestati esame di stato:  fine giugno 2013
SUDDIVISIONE DELL’ ANNO SCOLASTICO SCUOLA DELL’INFANZIA Due periodi equivalenti: Settembre-Gennaio/Febbraio-Giugno. SCUOLA PRIMARIA Due quadrimestri:  I quadrimestre fino al 31 gennaio, II quadrimestre fino al 12 giugno. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Un trimestre (fino al 22/12/2012) Un pentamestre (fino al 12/6/2013) con valutazione intermedia a marzo.Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Fisionomia della scuola

Written by admin. Posted in Notizie home

FISIONOMIA DELLA SCUOLA

L’Istituto Comprensivo “Rapallo”inizia ad operare dall’a.s. 2012-2013. Esso comprende due plessi di Scuola dell’Infanzia, un plesso di Scuola Primaria e un plesso di Scuola Secondaria di primo Grado. La Presidenza e gli uffici di segreteria hanno sede presso la Scuola Secondaria di Primo Grado.  
SCUOLA DELL’INFANZIA                                 Via   Arpinati                                     tel.  0185680212
SCUOLA DELL’INFANZIA                                 Via Bobbio                                    tel.  0185263338
SCUOLA    PRIMARIA                                             Via Tre scalini,5                            tel.  0185263338
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO      Via Frantini, 7                               tel.  018567367

SCUOLA DELL’INFANZIA

La scuola dell’infanzia si rivolge a tutte le bambine e i bambini dai 3 ai 6 anni di età ed è la risposta al loro diritto all’educazione e alla cura,in coerenza con i principi di pluralismo culturale ed istituzionale presenti nella Costituzione della Repubblica, nella Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e nei documenti dell’Unione Europea. E’ parte integrante dell’intero sistema scolastico e formativo. Le scelte metodologiche concretizzano le finalità in percorsi educativi-didattici nel rispetto dei tempi e degli stili di apprendimento dei singoli bambini. Si alternano momenti di gioco spontaneo a momenti di attività guidata. Il gioco è la forma di apprendimento più naturale,favorisce rapporti attivi e creativi a livello cognitivo e relazionale. E’ attribuito ampio rilievo al”FARE”  per poi passare dall’esperienza vissuta alla rielaborazione cognitiva attraverso l’uso di sistemi simbolico-culturali (linguaggio orale e scritto,simboli matematici,codice scientifico).E’ valorizzata l’accoglienza , l’organizzazione degli spazi e dei tempi per creare un ambiente sereno  e rassicurante dove i bambini possano ” fare” le loro esperienze.   TEMPI SCUOLA OFFERTI Dal lunedì al venerdì 7.45-17 Nei giorni di compresenza delle insegnanti  si attuano le attività progettuali  (intersezione,centri di interesse, laboratori, ecc) e i percorsi programmati in sezione da realizzare con il piccolo gruppo.   SCANSIONE ORARIA La scuola dell’infanzia ha il seguente orario ,con un tempo scuola di 46 ore e 15 minuti: da LUNEDI’ A VENERDI’  dalle 7.45 alle 17 7.45-8.50 ingresso 8.50-9.00 i bambini sono accolti dal personale ausiliario e accompagnati nelle sezioni 11.45-12.00  uscita-entrata solo in casi eccezionali previo accordo con le insegnanti 11.45 -12.30 mensa primo turno; 12.45-13.30 mensa ,secondo turno 13.30-13.45 uscita-entrata 15.15-15.30 uscita 16.15-17.00 uscita E’ previsto il servizio mensa e il servizio di scuolabus su richiesta dei genitori da indirizzare all’Ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Rapallo.     SCUOLA PRIMARIA La Scuola Primaria ha la durata di cinque anni ed è articolata in un primo anno, teso al raggiungimento delle abilità strumentali di base e in due periodi didattici biennali. Promuove la prima alfabetizzazione culturale, facilita il processo dal pre-disciplinare al disciplinare, dalle categorie empiriche alle categorie mentali. Stimola l’impegno personale, la partecipazione e la collaborazione.   TEMPI SCUOLA OFFERTI
Corsi   A dal   lun. al ven. 8.30-16.30
Corsi   B e C dal   lun. al ven. 8.30-12.30 + 2 pomeriggi 16.30
    SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO La Scuola Secondaria di Primo Grado rappresenta il percorso formativo degli studenti dagli undici ai tredici anni e si conclude con l’esame di Stato.  Accompagna i ragazzi in un periodo significativo del loro sviluppo cognitivo, educativo e di relazione. Offre strumenti adeguati per crescere e maturare, per sistematizzare e ampliare le conoscenze e  per raggiungere competenze nei vari ambiti disciplinari.  Aiuta e sostiene gli alunni orientandoli nella  scelta del successivo indirizzo superiore.   TEMPI SCUOLA OFFERTI
Corsi A-B-C-D-E-G-H dal lun. al sab.  7.55-12.55
Corso F dal lun. al ven.  7.55-12.55mar.                 13.45-16.45 gio.                  13.45-15.45
Studio curricolare   triennale di uno strumento          musicale   2 incontri settimanali
Corsi curricolari pomeridiani di eccellenza: giochi matematici –   preparazione alla prova INVALSI mercoledì 13.45-14.45 (classi prime)14.45-15.45   (classi seconde) 15.45-16.45   (classi terze)
Corsi curricolari   pomeridiani (a moduli) di recupero di Italiano e Matematica 2 ore settimanali per classe:Italiano           lun.  gio./ven.      13.45-16.45 Matematica     mer. ven.           13.45-16.45
Ampliamento   dell’offerta formativa mar. mer. giov. 12.55-16.55  
          SCANSIONE ORARIA

7.50 –    7.55

INGRESSO

7.55 – 8.55

I     ORA

8.55 – 9.55

II    ORA

9.55 – 10.45

III    ORA

10.45 – 10.55

INTERVALLO

10.55 – 11.55

IV ORA

11.55 – 12.55

V ORA

12.55 – 13.45

MENSA

13.45 – 14.45

VI ORA

14.45 – 15.45

VII ORA

15.45 – 16.45

VIII ORA

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

L’utenza scolastica

Written by admin. Posted in Notizie home

Il numero totale degli alunni è 1080, così suddivisi: SCUOLA DELL’INFANZIA
Via   Arpinati

107

Via   Bobbio

110

TOT 217 SCUOLA PRIMARIA
Classi   prime

52

Classi   seconde

66

Classi   terze

48

Classi   quarte

40

Classi   quinte

44

TOT 250 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
Classi   prime

214

Classi   seconde

205

Classi   terze

194

TOT 613 Alunni  stranieri (stati di provenienza prevalenti: Albania, Ecuador, Romania e Moldavia) 168, così suddivisi:
Scuola   dell’Infanzia Via Arpinati

19

Scuola   dell’Infanzia Via Bobbio

8

Scuola   Primaria

32

Scuola   Secondaria di Primo Grado

109

Alunni   disabili  35, così suddivisi:  
Scuola   dell’Infanzia

2

Scuola   Primaria

                    5 (1 straniero)

Scuola   Secondaria di Primo Grado

                  28 (4 stranieri)

SCUOLA DELL’INFANZIA Gli alunni della Scuola dell’Infanzia sono suddivisi in 8 sezioni, quattro delle quali in via Arpinati (tutte eterogenee) e quattro in via Bobbio (tre omogenee e una eterogenea). SCUOLA PRIMARIA Gli alunni della scuola primaria sono suddivisi in 5 classi, 11 sezioni delle quali 4 a tempo pieno (40 ore settimanali). SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Gli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado sono suddivisi in 8 corsi. Oltre l’inglese, come seconda lingua straniera si studia il francese in tutti i Corsi. 82 alunni  ampliano il curricolo in orario pomeridiano con lo studio curricolare triennale di uno strumento musicale da scegliersi tra violino-chitarra-pianoforte-tromba. Lo studio dello strumento musicale prevede 2 incontri settimanali (uno di studio individuale dello strumento e l’altro di musica d’insieme). 96 alunni frequentano i corsi curricolari pomeridiani (a moduli) di recupero di Italiano e Matematica che prevedono due ore settimanali per classe. 55 alunni frequentano i corsi curricolari pomeridiani (a moduli) di eccellenza: Giochi  matematici- preparazione alla prova INVALSI (per tutte le classi) 88  alunni   frequentano i  laboratori pomeridiani di valorizzazione delle eccellenze (con contributo delle famiglie):
  • Canto corale: (per tutte le classi)
  • Latino: (per le classi terze, attività modulare)
  • Certificazione di  perfezionamento d’ Inglese KET (per le classi terze)
120  gli alunni che  complessivamente frequentano il servizio mensa flessibile su 5 giorni settimanali.Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Caratteristiche degli edifici

Written by admin. Posted in Notizie home

SCUOLA DELL’INFANZIA SANT’ANNA E’ situata nel quartiere di Sant’Anna, vicino al casello autostradale, ed è composta da due strutture: la scuola dell’infanzia di via Arpinati e la scuola dell’infanzia di via Bobbio. Scuola dell’infanzia di via Arpinati Caratteristiche della struttura: le sezioni  sono 4 e sono disposte su un unico piano. Gli spazi interni sono così disposti: ingresso, spogliatoio bambini, aula sez. B, mensa, stanza telefono, locale cucina, locale dispensa materiale di pulizia, aula sezione A, bagno bambini, aula sez. D, aula sez. H, spogliatoio insegnanti, antibagno e servizi personale e docenti, locale dispensa materiale didattico con porta tagliafuoco. Gli spazi esterni comprendono un parco-giardino attrezzato con giochi in legno. Scuola dell’infanzia di via Bobbio Le sezioni sono 4 e sono disposte  al piano terra dello stesso edificio della scuola Pascoli. Gli spazi interni comprendono: ingresso, corridoio, su di un lato di esso (partendo dal’ingresso) si trovano in ordine la sez. E , il bagno del personale e dei docenti, il bagno dei bambini, la sez. C, la sez. G, la sez. F, alla quale si accede passando all’interno della sezione G, sull’altro lato del corridoio si trova l'”atelier”, spazio comune per attività didattiche, l’ascensore. All’interno dello stesso edificio e sullo stesso piano ma nello spazio della scuola primaria un’aula è adibita a mensa. Gli spazi esterni comprendono il giardino antistante l’edificio scolastico. SCUOLA PRIMARIA La Scuola Primaria sorge in zona periferica della città, in un quartiere (S. Anna) densamente popolato e nelle vicinanze del casello autostradale. L’edificio è di struttura moderna, è luminoso, dotato di ascensore e predisposto per l’accesso di persone disabili. E’ dotato di un cortile esterno e di un ampio giardino. La scuola possiede: 11 aule per le classi; 1 aula per alunni disabili; 1 aula con LIM; 1 laboratorio di informatica con collegamento Internet; 1 laboratorio di pittura; biblioteca; palestra; mensa; cortile.  SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO La Scuola Secondaria di Primo Grado sorge in zona semi-centrale della città; l’edificio è di struttura moderna, è luminoso, dotato di ascensori e predisposto per l’accesso di persone disabili. Gli  spazi esterni non sono attrezzati per attività ludiche, tuttavia è presente un discreto spazio verde. Recentemente l’edificio è stato dotato dal Comune di un servizio di telecamere esterno atte a vigilare sull’ edificio stesso e sulle persone che lo frequentano durante la giornata e anche nelle ore serali, tuttavia nel rispetto della legge sulla privacy. La scuola possiede: 24 aule normali, 1 biblioteca, 4 aule per il sostegno, 1 aula attrezzata per i portatori di handicap gravi, 2 aule di educazione artistica, 2 aule di educazione musicale, 1  aula di informatica dotata di 22 personal computer collegati in rete, 1 aula di informatica riservata agli alunni con disabilità con 6 personal computer, 1 aula scientifica, 2 palestre, 1 sala mensa, 1 sala medica, 1 aula magna, 1 ufficio di presidenza, 1 ufficio di vice – presidenza, 2 locali per la segreteria, vari locali di servizio e di magazzino. La scuola dispone di 4 lavagne LIM e di collegamento a INTERNET in alcune aule.

 Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather