AL VIA IL CORSO POMERIDIANO DI LATINO

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Anche quest’anno la nostra scuola propone un corso pomeridiano di latino, articolato in 10 lezioni pomeridiane di due ore ciascuna che si terranno il lunedì dalle 13.45 alle 15.45 con inizio nel mese di febbraio 2014, in data che verrà comunicata al più presto. Lo scopo è familiarizzare gli alunni delle classi terze che frequenteranno i licei Classico, Scientifico e Linguistico alla lettura e alla traduzione di semplici testi in latino, situati il più possibile in un contesto storico. IMG_7299Per questo la prima delle due ore del corso, tenuto dalla Prof.ssa Enrica Guidotti, viene dedicata all’approccio al latino attraverso la comprensione e l’acquisizione delle sue strutture di base; la seconda a temi riguardanti la civiltà romana, con l’analisi di documenti relativi alla lingua d’uso, legata alla vita quotidiana. Le lezioni si tengono nell’aula video per poter utilizzare la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), strumento che aumenta le potenzialità di insegnamento dell’italiano e del latino, che hanno nella centralità del testo l’elemento qualificante. Al termine del corso, gli alunni sosterranno una prova scritta di traduzione e un colloquio orale con la Prof.ssa Elena Delucchi, insegnante di Latino e Greco al Liceo Classico Da Vigo. Gli alunni frequentanti riceveranno un attestato di partecipazione. Gli alunni che partecipano al corso di latino possono pranzare in mensa, dotandosi degli appositi buoni mensa presso la Banca Carige. Per informazioni o iscrizioni è attivo il numero 347 3631356    Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

THIS IS US!!! LA 2B SBARCA SU E-TWINNING

Written by admin. Posted in News, Notizie home

eTwinning è la comunità delle scuole europee. Offre una piattaforma per  lo staff (insegnanti, dirigenti didattici, bibliotecari, ecc.) delle  scuole di uno dei paesi partecipanti, con lo scopo di comunicare,  collaborare, sviluppare progetti, condividere e, in breve, partecipare  alla più entusiasmante comunità didattica europea. Il programma  eTwinning promuove la collaborazione scolastica in Europa attraverso  l’uso delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC),  fornendo supporto, strumenti e servizi per facilitare le scuole  nell’istituzione di partenariati a breve e lungo termine in qualunque  area didattica. Il Portale eTwinning (www.etwinning.net) è il principale punto d’incontro e luogo di lavoro del programma. Disponibile in 25 lingue, conta oggi quasi 170 000  utenti registrati e più di 5324 progetti in corso fra più scuole  in tutta Europa.
IMG_3016Quest’anno anche il nostro Istituto ha aderito alla Piattaforma e partecipa, con la classe 2B delle medie, guidata dalla Prof.ssa Laura Torti, al Progetto THIS IS US!!! con partners inglesi, polacchi, rumeni, greci e turchi. I ragazzi, attraverso questo gemellaggio elettronico, con una presentazione Power  Point si sono scambiati informazioni relative alle rispettive scuole e, nei prossimi mesi, si invieranno reciprocamente i lavori che stanno preparando sulle città di residenza.
Infine condivideranno (con diverse tenologie informatiche e anche in videoconferenza) quanto li riguarda in ordine agli hobbies, agli sports praticati, alla musica ascoltata e suonata… Siamo solo all’inizio di un percorso entusiasmante che speriamo produca tanti frutti!Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

UNPLUGGED, PREVENIRE LE DIPENDENZE A SCUOLA

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Nel corso di questo anno scolastico, con cadenza settimanale,  le classi 2B e 2G della scuola media stanno sperimentando le 12 Unità previste dal Programma Unplugged  per la prevenzione dell’uso  di tabacco, alcol e sostanze tra gli adolescenti, basato sul modello  dell’Influenza Sociale e dell’Educazione Normativa. Il percorso proposto dalle Prof.sse Anna Cattaneo e Laura Torti (formate da un’équipe dell’ASL4 Chiavarese)  è stato sviluppato e valutato nell’ambito di un progetto multicentrico  europeo che ha dimostrato che Unplugged è efficace nel prevenire l’uso  di tabacco e cannabis, e gli episodi di ubriachezza nei ragazzi di 12-14 anni. Oggi Unplugged è applicato nelle scuole di molti paesi europei e di molte regioni italiane, grazie al lavoro della rete dei formatori Unplugged e del gruppo di coordinamento nazionale (OED Piemonte). Dipendenza-droga_-300x246 Basato sul modello dell’influenza sociale e delle Life Skills, il progetto Unplugged include nozioni teoriche, sviluppo di abilità sociali generali e correzione delle percezioni sbagliate rispetto alle sostanze psicotrope. L’interattività è una componente fondamentale di Unplugged e va intesa in un senso più ampio del semplice scambio di domande e risposte: si tratta di stimolare gli alunni a discutere e lavorare insieme in modo positivo. Queste metodologie sono le stesse che gli insegnanti utilizzano in classe con gli studenti.  Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

“UN NUOVO INIZIO”: I NOSTRI AUGURI IN MUSICA ALLA CITTA’

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Sono ormai una tradizione della città le numerose iniziative che anche quest’anno l’Istituto Comprensivo Rapallo dedica alla preparazione al Natale. Mercoledì 18 dicembre 2013, alle ore 16,30 nell’Aula Magna della scuola di via Frantini, il coro e l’orchestra delle Medie proporranno uno spettacolo musicale ispirato alla tradizione natalizia nel mondo, dalle ritmate musiche della tradizione popolare inglese all’armonia delle antiche ballate francesi e tedesche passando per il folklore portoricano e le immancabili carole natalizie della tradizione popolare. Un concerto (a ingresso libero) molto vario e pieno di sorprese, con tanti piccoli musicisti accompagnati dai loro insegnanti di violino, chitarra, tromba e pianoforte. Alunni Istituto Comprensivo Rapallo musica

Giovedì 19 dicembre alle ore 10,00 in Piazza Cavour sarà il coro delle scuole elementari “Pascoli” diretto dalla Maestra Paola Zerega a proporre un concerto natalizio, che si replicherà alle 17.00 Venerdì 20 nella palestra della Casa della Gioventù di via Lamarmora 20. Saranno quasi 250 gli alunni che parteciperanno al piccolo concerto, aiutati dal gradito rinforzo di alcuni bambini della Scuola dell’Infanzia di S.Anna: nell’occasione verrà effettuata una raccolta straordinaria per una scuola della Sardegna, recentemente colpita dall’alluvione.

Tante iniziative, un filo conduttore unico: la musica, compresa, studiata e suonata da tutti, dai più piccoli della scuola dell’infanzia ai più grandi delle scuole medie. Questo perché l’attenzione per la musica e il canto è una delle caratteristiche dell’offerta formativa dell’Istituto. Ormai da anni alle scuole medie è attivata una sezione musicale, con lo studio di uno strumento a scelta tra chitarra, tromba, pianoforte e violino, un’opportunità pressoché unica offerta agli allievi sul territorio del Tigullio e zone circostanti. Il corso viene effettuato in aggiunta alle ore di lezione e impegna gli alunni anche in performances di musica d’insieme, attraverso la guida di docenti preparati e competenti: Ilaria Bellìa (violino), Paola Lanzola (chitarra), Fabio Fabbri ed Hermes Rendina (tromba) e Sara Calandra (pianoforte).

Alunni Istituto Comprensivo Rapallo musica 2Dallo scorso anno l’offerta della scuola si è arricchita con l’inaugurazione di un corso di canto corale, con circa trenta elementi provenienti da tutte le classi dell’Istituto. I ragazzi del coro, diretti dalle insegnanti Metella Pettazzi e Vilma Vasquez, si vedono per un’ora una volta alla settimana, alla fine dell’orario normale delle lezioni. “Questi momenti di festa in cui la scuola si apre alla città sono importanti per i ragazzi e i loro insegnanti perché rappresentano il momento culminante delle attività che si svolgono quotidianamente a scuola – spiega il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Giacomo Daneri – Tutte le nostre iniziative si muovono nell’ottica della valorizzazione delle potenzialità di ciascuno: se ci sono delle difficoltà di apprendimento si cerca di intervenire per un aiuto, se un allievo ha dei talenti si cerca di farli fruttare”. CLICCA QUI PER SCARICARE IL DEPLIANT DEL PROGRAMMA CLICCA QUI PER SCARICARE IL DEPLIANT DEL PROGRAMMA (2)  Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

ALLA SCOPERTA DELLE VIE DI RAPALLO

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Venerdì 29 novembre, noi ragazzi di 2°B in uscita didattica abbiamo visitato il centro storico di Rapallo. La mamma di un nostro compagno, appassionata conoscitrice del luogo, ci ha accompagnato e ci ha mostrato alcune caratteristiche della bellissima cittadina in cui viviamo. IMG-20131212-WA0000Inizialmente  abbiamo osservato è la Porta delle Saline, del 1600, molto importante perché oltre di essa si riceveva e commercializzava il sale che era una grande ricchezza per le città sul mare. Questa merce superava la Porta delle Saline e il Boate, poi, attraversato il ponte d’Annibale e San Lorenzo, arrivava a Genova. Abbiamo continuato la visita camminando per le vie del centro, osservando i particolari dei muri di alcune case. Spesso si trovano delle raffigurazioni di Madonna per il culto alla Nostra Signora di Montallegro, molto venerata dagli abitanti. Siamo poi passati presso il famoso Chiosco della Musica di Rapallo, dove anticamente c’era il mare. Belli e interessanti i dipinti sul soffitto del chiosco stesso che rappresentano famosi musicisti, come ad esempio Mozart. E’ curioso il fatto che questo sia l’unico Chiosco della Musica di tutto il Tigullio, attrazione del turismo internazionale degli anni Trenta. Arrivati in piazza Garibaldi abbiamo potuto osservare le differenze tra gli archi a sesto acuto e quelli a tutto sesto. Nel tempo, il manto stradale  è stato rifatto, pertanto essi sembrano “ribassati”. Molto spesso si mettevano degli archi solo per arricchire e decorare le facciate delle case. A questo proposito, abbiamo classificato alcune zone della città: la parte centrale, zona di mercato, è la zona più ricca, con case molto decorate; la parte più povera è dove le case sono senza decori. Durante il tragitto abbiamo attraversato via Magenta, la più antica di Rapallo e via Venezia, nei codici antichi chiamata “rolecca” cioè strada dei carri. All’incrocio dei “quattro canti” abbiamo notato dei paracarri fissati alle case che servivano nelle zone particolarmente trafficate ad evitare che i carri stessi rovinassero i muri. Su alcune case abbiamo osservato anche gli architravi, parti essenziali della struttura di un edificio (se si togliessero, la casa cadrebbe). Per ultimo siamo arrivati alla Chiesa di Santo Stefano, la più antica di Rapallo, nel tempo “girata” ed “allungata” per questioni di dimensioni, a dimostrare che più si va indietro nel tempo e più si nota come l’ uomo si semplificava la vita, al contrario di ciò che accade oggi… E’ interessante e c’ è sempre da imparare dal passato!  Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

OUR CRAZY CHALLENGE: LA LEZIONE DIVENTA… UN GIORNALE

Written by admin. Posted in News, Notizie home

La 2A ha scelto un modo molto particolare di cimentarsi con la lingua inglese: realizzare un giornale in classe. Ed ecco “Our crazy challenge”, primo numero ricco di curiosità english style, come il bed and breakfast aperto nella residenza di Althorp, che fu la dimora della principessa Diana. Ecco qualche estratto. seconda pagina ultimoFrom the British world

Famous for being the resting palace of Princess Diana, the estate of Althrop, owned by the Spencer family becomes now a luxury bed and breakfast.Controversy arosed, at the heart of the criticism is Lord Charles Spencer, princess Diana’s brother. althorpAn idea of bad taste according to many, especially for the best friend of lady D: Simone Simmons who accused Lord Spencer to make money on princess Diana’s memory. Charles Spencer always tried to profit from the family villa because of his third divorce so expensive for his finance. For example in 2010 he sold a collection of paintings and antiques kept in this villa. In September, Spencer announced that he had to close the museum dedicated to his sister, because he had to give William and Harry their mother’s clothes and jewels. “

A bed and breakfast place where Princess Diana is buried … What a bad taste idea!!!

From The American World

De Blasio embodies the spirit of the big apple, of Italian origin, he has formed a multiracial family because he married the poet and activist Afro-American Chiralane McGracy. During The election campaign he was always with her and her two children,Chiara and Dante. The Rainbow ethnicity of the family De Blasio becomes a powerful image that catapulted him to the municipality. extralarge2He is not a typical American Leader, he supported the Sandinista Revolution, he studied Latin American politics at Columbia University and went on their honeymoon in Cuba, violating the prohibition to visit the island led by Fidel Castro.

De Blasio represents the progressive wing of the democratic party.He has focused his campaign on the fight against economic inequality. Instead of “Hope” and “Change” he has chosen the slogan “Progress”. “De Blasio is not a boring white guy”, said his daughter Chiara. That phrase, simple and provocative, struck at the heart of minorities and progressive sectors. He promised to raise taxes on the rich to reduce the income gap with the poor…

“Good Luck Mr. De Blasio”

Teenagers and their look

 Last year people saw a particular fashion trend for teenagers: the English and the American Flags!!! We see them everywhere: these clothes are related to the Anglo-Saxon world, in fact, girls and boys aged 13 to 19 born in Great Britain wear them, so the Anglo-Saxon world is everywhwre here too and English is often used to write quotations and dedications on tshirts pencilcases and diaries. The Stars and Stipes and the Union Jack are the most popular now but also popular sweatshirts and hats from American baseball teams such as NewYork Yankees and Boston Celtics are now very popular…. and if we want to speak about music …. British and American singers are the most loved by girls.

Our crazy challengeMoreover, the English language so that now is part of our daily life and step it is gaining an important role. We often use English and American words beacause we don’t know how to use the same Italian words which don’t give us the same idea for example we say weekends, computer, break, bus, look, hotdogs, hamburgers and more. We are really attracted by this world which is so chaotic but so “chic”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

NELSON MANDELA: L’IMPOSSIBILE DIVENTATO REALTA’

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Nelson Mandela è morto. Le notizie sulla vita e il pensiero di quest’uomo straordinario le lasciamo a giornali e tv. Noi lo ricordiamo a modo nostro, citando quello che ha detto una delle leggende della boxe mondiale, Mohammad Alì (Cassius Clay): “Ha ispirato a puntare a ciò che sembra impossibile da raggiungere, rompendo barriere mentali, fisiche, sociali ed economiche“. “Puntare a ciò che sembra impossibile”: non è quello per cui viviamo anche noi, nel nostro piccolo, ogni giorno, nel tentativo di dare una prospettiva ai nostri ragazzi, di ricostruire un tessuto sociale, di continuare a sperare in un pezzetto di mondo diverso? Quando l’anno scorso, a settembre, abbiamo voluto scegliere una frase che esprimesse sinteticamente la direzione delle nostre scelte, ci siamo orientati proprio su una pronunciata dal grande leader sudafricano, premio Nobel per la Pace: “L’istruzione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo”. Non c’è espressione migliore per esprimere quello che ispira, almeno come tentativo continuo, la nostra azione educativa. Nelson-Mandela-International-Day      Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

AIUTIAMO AD AIUTARE: UN PROGETTO DI CLASSE…

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Come ogni anno la 1D della scuola media, per iniziativa della Prof.ssa Francesca Crovetto, ha contribuito a realizzare le decorazioni e l’oggettistica natalizia che l’associazione “Aiutateci ad aiutare” ha venduto per beneficienza nell’atrio della scuola.Per sito Il ricavato è stato di 543 euro, che l’associazione impiegherà per acquistare una lente di Richt, necessaria al reparto oculistica dell’Ospedale di Rapallo per gli interventi al glaucoma. Quello che segue è il resoconto del pomeriggio di attività, svolto in collaborazione con le fondatrici dell’associazione, – Daniela Castagneto, Silvana Testa, Angela Bove, Cinzia Fazzini e Teresa Scotto – scritto da un alunno della classe. Era una giornata qualunque fino a quando la Prof. Crovetto disse: “Ragazzi, giovedì pomeriggio facciamo un laboratorio, vi va bene?” “Siiiiii!!!” rispondemmo tutti in coro. Finita la scuola alcuni di noi andarono a mangiare a mensa mentre altri andarono a casa. Quelli che hanno mangiato a mensa hanno aspettato la Prof. Crovetto e quando è arrivata assieme alla Prof. La Rosa siamo andati in classe e abbiamo giocato a persone, animali e cose, però ogni volta ci dovevamo interrompere perché continuavano ad arrivare persone.

Per sito 2Quando c’erano tutti è stato magico perché ci hanno dato il materiale, cioè dei sacchetti, degli abbassalingua, delle formine natalizie e delle stelline di polistirolo e quando ho cominciato il lavoro mi è venuta una bellissima sensazione al cuore perché avevo per una volta aiutato qualcuno ad aiutare qualcun altro! Ogni volta che consegnavo un sacchetto o qualche cos altro mi veniva voglia di continuare, continuare e continuare.

                                                                                                                                                                                            Luca Chiardo, I D Aiutateci ad aiutare

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

ORIENTAMENTO: LA SCUOLA TI AIUTA A SCEGLIERE LA SCUOLA

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Che cosa scegliere dopo la terza media? Un liceo o un professionale o magari un istituto tecnico? La scelta è impegnativa e non va fatta superficialmente, visto che può segnare anche la vita futura di ciascuno dei circa duecento allievi che quest’anno affronteranno l’esame di fine ciclo all’interno del nostro Istituto. IMG_2977 per sito Per qualcuno la scuola futura resterà vicina a casa o all’interno della propria città, altri sceglieranno di spostarsi, decidendo di frequentare Istituti situati in città più o meno vicine, magari anche nel capoluogo… Per aiutare a orientarsi tra le tantissime proposte presenti sul territorio, il nostro Istituto anche quest’anno ha organizzato diverse iniziative per i suoi studenti. IMG_2982 per sitoNelle scorse settimane, sono stati realizzati alcuni progetti in collaborazione con la Provincia di Genova e con il Comune di Rapallo: gli alunni hanno potuto incontrare persone esperte, hanno ascoltato presentazioni generali, hanno ricevuto materiale informativo, si sono chiariti le idee attraverso colloqui individuali. Il culmine di queste iniziative è stato il Salone dello studente, un’iniziativa che da qualche anno viene realizzata all’interno del nostro Istituto; le scuole del territorio vengono a portare materiale informativo, presentazioni su pc e soprattutto l’esperienza dei loro docenti e alunni (e non sono pochi i nostri ex allievi che ritornano in veste di “presentatori”). Gli allievi di ciascuna classe terza, a turno, girano fra i punti informativi allestiti nell’Aula Magna e nell’atrio antistante, potendo ricevere informazioni e consigli preziosi e ponendo domande direttamente a coloro che magari incontreranno il prossimo anno in un altro contesto. Successivamente arrivano anche i genitori interessati ad avere delucidazioni e qualche idea chiarificatrice su quello che potrà essere il futuro dei ragazzi. IMG_2972 per sito Ma se qualcuno fosse ancora indeciso, niente paura: un’iniziativa analoga, a cura dei vari istituti superiori sarà tenuta a Chiavari, nei giorni 13 e 14 dicembre presso l’Istituto Luzzati. E non dimentichiamo il consiglio orientativo fornito da ciascun Consiglio di classe: è forse l’arma migliore per farsi aiutare nella decisione, visto che i docenti, nel corso del triennio, hanno avuto modo di verificare le abilità e le competenze maturate da ciascuno e possono fornire le indicazioni migliori per seguire le inclinazioni che si sono evidenziate.  Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

A BORDO DI UN MITO: L’AMERIGO VESPUCCI (lavoro di gruppo della classe V A sc. Pascoli)

Written by admin. Posted in News

OLYMPUS DIGITAL CAMERAEccoci sul ponte di coperta.

Il Tenente di Vascello ci accoglie: racconta che la nave, costruita nel 1931, entrò in servizio quello stesso anno come nave scuola, oggi l’equipaggio è composto da 278 membri e  a questi si uniscono, ogni anno, gli Allievi dell’Accademia Militare di Livorno: in  totale diventano 480.

E’ una nave speciale: ha quattro alberi!

Ovunque vediamo legno lucido e pulito come quello di un salotto, e siamo solo sul ponte!

A fianco dell’ Amerigo Vespucci un’altra grossa imbarcazione, tutta grigia, attira la nostra attenzione: sembra un’enorme muraglia!  ComOLYMPUS DIGITAL CAMERAe appare diversa!

Qui, sulla nave scuola, si dorme ancora sulle amache, si pulisce il ponte con uno spazzolone dalle lunghe setole, ci si arrampica sui pennoni durante la navigazione, chi fa la guardia suona una campana ogni mezz’ora, si studia, si fanno impegnativi e continui lavori di manutenzione; solo la messa in vela dei tre alberi contemporaneamente (maestro, di mezzana e trinchetto) richiede l’intervento di tutto il personale: equipaggio più allievi!!

Guardando i chilometri e chilometri di cime e il loro intrico, incredibilmente ordinato, ci si perde….

Quante domande nelle nostre menti!

Come sarà la vita durante la navigazione?

Come si mangerà a bordo?OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Come se la caveranno gli Allievi?

Come ci si sentirà lontano da terra e dalla famiglia?

Che sensazione si proverà in cima ad un pennone?

Qualcuno sarà mai caduto in mare?

Come funzionerà il soccorso?

E durante le tempeste?

Ci saranno pericoli?

Perché ci dicono che è un’esperienza indimenticabile?

Attendiamo che un Allievo ce lo racconti, così il discorso con la “Vespucci” non è ancora finito!

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather