PER DANIEL

Written by admin. Posted in News

Ciao Daniel. Sarebbe più giusto tacere, stasera, ammutoliti da quanto è successo. Perdonami se rompo il silenzio, quel silenzio che sarebbe troppo giusto tenere, stasera. Il fatto è che abbiamo tutti bisogno almeno di imparare qualcosa da quanto succede. Tu ci insegni qualcosa. Siamo disperati quando se ne va una persona cara anziana; sembra incredibile e ingiusto quando se ne va un ragazzo come te. Eppure tu ci insegni qualcosa. Questo è uno di quei momenti che non vorremmo MAI vivere, ma che ci costringe a guardarci allo specchio e a farci una sola domanda: e io, che cosa sto facendo della mia vita? La tua vita è stata breve e intensa: insegnaci a far sì che la nostra non sia vuota e banale. Quello che ci insegni è che non dovremmo stare a perdere tempo, perdere ore e giorni a rincorrere delle stupidaggini, stare ad ascoltare gente che pensa non al nostro bene ma solo al suo interesse. La tua vita è stata breve e intensa; l’hai vissuta come meglio non potevi, circondato dall’affetto dei tuoi cari e dei tuoi amici: se solo sapessimo fermarci un attimo, ci potresti insegnare a non perdere tempo, a non perderci, a non perdere di vista quegli affetti che oggi ci sono e domani chissà, quegli affetti che, soli, riempiono i nostri cuori e danno senso e densità alla nostra esistenza. Tutti giochiamo una partita, la nostra partita: chi ha grandi aspettative, chi spreca il suo tempo, chi tira a fregare gli altri e chi li rispetta, chi ascolta quelli che gli dicono di spezzare le gambe agli avversari, chi vuol fare tutto da solo e chi capisce che si vince solo in una squadra. Tutti giochiamo la nostra partita ed è brutto dirlo, forse, ma è una partita che siamo destinati tutti a perdere: è come se fossimo il Rapallo che gioca contro il Real Madrid. L’Avversario è troppo forte: è brutto ricordarlo, ma si chiama Morte. Quello che ci insegni è che non bisogna arrendersi, anche quando sembra che la partita che stiamo giocando sia destinata alla sconfitta. Non ti sei arreso, hai giocato fino in fondo la tua partita. Ci insegni questo. Non è un campione chi fa sempre gol strabilianti: è un campione chi non si arrende. Un tuo amico e compagno della tua squadra di calcio , ha scritto una cosa bellissima per te, qualche giorno fa. Era un compito sulla selva oscura di Dante e una riflessione su quello che poteva essere per noi la selva oscura: “La mia selva oscura in questo momento è la paura della morte perché sono in ansia per un mio amico che sta molto male. Questa selva oscura la vedo come una pianta di edera che si arrampica sul suo corpo e se ne impadronisce per portarlo via. La mia speranza è che l’edera adagio adagio possa andarsene e possa lasciarlo in pace con la sua famiglia e spero di vederlo un giorno tornare sul campo con me e fare goal. Purtroppo so che la mia speranza è molto piccola perché la situazione è gravissima e ogni volta che ci penso mi sembra di avere l’edera che mi stringe il cuore e non mi fa respirare. Vorrei davvero che anche Daniel riuscisse di nuovo a vedere le stelle uscito da questo Inferno”. Questo tuo amico ha imparato da te, da quanto ti è successo e non ti dimenticherà. Magari sbaglierà qualche passaggio o dei goal, ma ha imparato qualcosa di essenziale. E’ un campione solo chi non si arrende. E se ci sono ragazzi come questo tuo amico, che hanno questa sensibilità e che, nella sofferenza più grande, riescono a imparare, allora significa che c’è ancora speranza, per noi. Possiamo sperare di rivedere le stelle e di non perderci nel nostro cammino, nella nostra partita. Daniel, ora TU sei una stella, la nostra stella. Aiutaci a non smarrire il nostro cammino. Ti vogliamo bene. Giacomo DaneriFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

CIAO, DANIEL

Written by admin. Posted in News

Tutto l’Istituto si stringe in un abbraccio forte e commosso alla famiglia di Daniel. Ciao, Daniel.Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

L’IC RAPALLO SUL PODIO DEL PREMIO SCUOLA DIGITALE

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Per il secondo anno consecutivo l’IC Rapallo sale sul podio del Premio Scuola Digitale. Il video “Aspettativa vs realtà”, realizzato dagli alunni della 2B digitale della scuola rapallese, ha conquistato il terzo posto nella finale provinciale del Premio, che si è svolta stamattina a Chiavari, on line per le scuole partecipanti. Alla sua terza edizione, il Premio Scuola Digitale è promosso dal MIUR per favorire l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane e degli studenti nel settore dell’innovazione didattica e digitale ed è organizzato dall’Istituto Liceti di Rapallo. Nel video presentato al concorso i ragazzi dell’IC Rapallo si sono divertiti a “smontare” alcuni stereotipi sulla scuola media, sentita spesso come difficile, noiosa e generatrice di ansia. Ispirati dai meme divertenti diffusi sui social dove le aspettative verso un prodotto o una situazione spesso lasciano il posto a una realtà comicamente deludente, hanno messo in scena quattro situazioni tipo (la preparazione di un’attività, un’interrogazione di matematica, i compiti a casa e una verifica in classe) dimostrando che le paurose aspettative non hanno niente a che fare con una realtà molto più coinvolgente e divertente. Così le fantasiose scuse accampate per non fare i compiti lasciano il posto a una gara a farli quando si tratta di creare una presentazione multimediale, l’indecifrabile teorema matematico diventa facile da capire se è spiegato attraverso un videogioco, la solitudine dei compiti a casa si popola di compagni in videochiamata e la mostruosa verifica sulle discipline STEM diventa divertente come un gioco se le materie scientifiche e tecnologiche si spiegano attraverso il coding. Il video è visibile sul canale Youtube dell’IC Rapallo al link PREMIO SCUOLA DIGITALE – YouTube “Siamo felici e orgogliosi del risultato anche quest’anno raggiunto – dice Giacomo Daneri, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Rapallo – Vedere i ragazzi farsi testimonial della propria scuola è la migliore conferma che i modelli innovativi e le buone pratiche di didattica digitale, svolti ormai da otto anni, hanno avuto un impatto significativo sul coinvolgimento e la partecipazione attiva degli studenti. Aver lavorato tutti insieme per la realizzazione del video resterà per i ragazzi di 2B un’esperienza indimenticabile”.    Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

I RAGAZZI DELL’IC RAPALLO GIURATI ALL’EUROPEAN FILM FESTIVAL

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Se in tempi di pandemia i ragazzi non possono andare al cinema, il cinema va dai ragazzi. A Rapallo con una proposta d’eccezione come l’European Film Award, il premio che ogni anno celebra l’eccellenza della produzione cinematografica europea riservando una categoria, il Premio EFA (European Film Award) Young Audience Award agli adolescenti. Quest’anno tra i giovani giurati ci sarà una classe dell’IC Rapallo, che avrà l’opportunità di partecipare a una giuria cinematografica internazionale, guardare i film in concorso e confrontarsi on line con i coetanei di 38 Paesi europei. I ragazzi della 2B digitale vedranno in streaming, dal 21 al 24 aprile, i tre film in concorso: “Pinocchio” di Matteo Garrone, “The Crossing” di Johanne Helgeland e “Wolfwalkers” di Tomm Moore e e Ross Steward, tutte pellicole pedagogiche e capaci di stimolare gli alunni che dovranno votarle, e parteciperanno a incontri on line e discussioni. La cerimonia di premiazione sarà visibile il 25 aprile alle 20.00, in diretta dalla Germania, sul sito della Young Audience Award. La speciale esperienza è promossa da Circuito Cinema Scuole in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema di Torino, Fondazione Stensen di Firenze, Alice nella città di Roma, Circuito Cinema Scuole di Genova. Circuito Cinema Scuole da oltre un decennio supporta i docenti  organizzando proiezioni cinematografiche, ma anche laboratori per diffondere la cultura cinematografica e attingere al suo patrimonio artistico e poetico, capace di dare forza e accompagnare la crescita spirituale dei giovani. Temi dei laboratori proposti quest’anno il rispetto dell’ambiente, l’istruzione, i diritti umani e l’inclusione sociale. “Bambini e ragazzi vivono immersi in un mondo di immagini che svolgono un ruolo determinante nel creare mode, atteggiamenti e stili di vita – dice Giacomo Daneri, Dirigente Scolastico dell’IC Rapallo – per questo il cinema e gli audiovisivi sono da tempo entrati nella programmazione didattica non soltanto come supporto alle lezioni, ma anche attraverso visioni di film guidate e laboratori incentrati sullo “smontaggio” dei prodotti audiovisivi per imparare a leggerne e interpretarne il linguaggio. La partecipazione a un premio cinematografico internazionale è un’esperienza di grande impatto emotivo ma anche di grande valore formativo per i ragazzi, che potranno allargare i loro orizzonti dialogando con i registi dei film in concorso e scambiandosi opinioni – in lingua – con gli altri giovani giurati europei”.Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

LA SOLIDARIETA’ SUI BANCHI DI SCUOLA

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Per il quindicesimo anno consecutivo l’Istituto Comprensivo Rapallo ha partecipato al progetto Donacibo, iniziativa della Federazione Nazionale dei Banchi di Solidarietà che prevede la raccolta di generi alimentari destinati alle famiglie in difficoltà del territorio. Bambini e ragazzi delle scuole medie, elementari e dell’infanzia dal 15 al 29 marzo hanno riempito gli scatoloni posti al di fuori delle varie classi con generi alimentari non deperibili, come farina, zucchero, pasta, biscotti, pelati, tonno, riso. Le confezioni sono state poi raccolte dai volontari del Banco di Solidarietà di Rapallo e portate nel centro di raccolta. Grazie alla generosità di tutti gli alunni e le famiglie dell’Istituto si sono raccolti 780 kg. di generi alimentari, che permettono di sostenere più di 50 nuclei familiari. Negli stessi giorni la scuola media ex Giustiniani ha partecipato, per l’undicesimo anno consecutivo, all’iniziativa benefica Cerco un uovo per amico, in favore dell’associazione per la lotta al neuroblastoma dell’ospedale Gaslini di Genova. Sono state acquistate dalle famiglie e dagli insegnanti 206 uova di cioccolato, per un totale di 2.689 euro. I ragazzi hanno partecipato anche al concorso Disegna il bambino con l’imbuto, che proponeva di personalizzare l’immagine simbolo della campagna. Gli autori dei disegni premiati hanno ricevuto un uovo in dono. “Nella nostra scuola la solidarietà si è rivelata più contagiosa del virus – ha detto Giacomo Daneri, Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Rapallo – Lo dimostrano le cifre raggiunte, pur in un anno difficile per molte famiglie. I volontari del Donacibo non sono potuti andare nelle classi a parlare della loro esperienza, come facevano ogni anno, ma si sono collegati in videochiamata e hanno raccontato ai ragazzi la loro esperienza con le persone in difficoltà, in continuo aumento. Poi è toccato ai ragazzi tradurre in gesti concreti quanto avevano ascoltato e vedere con quanto entusiasmo e generosità si sono mobilitati è stato un bel momento di cittadinanza attiva”. Un momento significativo del collegamento delle classi con il volontario Andrea Bavestrello, giovane impegnato nel Banco di Solidarietà di Rapallo, è stato il racconto della sua esperienza: “Non lo faccio per generosità, ma restituire un bene che ho ricevuto”. E i bambini della primaria che lo ascoltavano hanno dimostrato di capire molto bene: un’alunna di seconda è intervenuta: “Quando la mia sorellina piange, io le faccio le coccole perché, quando ero piccola, mia mamma le faceva a me per consolarmi”. ùCon i ragazzi della secondaria il discorso si è ampliato: il desiderio era che fossero protagonisti consapevoli del gesto: insieme al cibo, ciò che i volontari portano agli assistiti è una vera compagnia umana. Nella scuola dell’infanzia i bambini hanno ascoltato dalle maestre la favola Una zuppa di sasso per imparare il senso di solidarietà e amicizia che il gesto del Donacibo porta in sé.    Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

LA FOCACCIA NEL FORNETTO SOLARE E’ PIU’ BUONA

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Luci spente all’Istituto Comprensivo di Rapallo, che venerdì 26 marzo aderisce a “M’illumino di meno”, la celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sul risparmio energetico e sugli stili di vita sostenibili, lanciata da Caterpillar, la trasmissione di Rai Radio2, giunta quest’anno alla sua diciassettesima edizione. Quest’anno la campagna è dedicata al salto di specie, ovvero all’evoluzione ecologica nel modo di vivere, che va assolutamente immaginata e messa in pratica per uscire migliori dalla pandemia. Nella mattinata di venerdì 26 febbraio la scuola media ex Giustiniani, la primaria Pascoli e le scuole dell’Infanzia di via Arpinati e di via Bobbio spegneranno simbolicamente le luci nelle aule per un’ora, dedicando una parte delle lezioni della giornata all’approfondimento dei temi del risparmio energetico e della salvaguardia delle risorse naturali. In tutti gli uffici della scuola – già dotati di ‘ciabatte’ con interruttore allo scopo di razionalizzare i consumi – sarà ridotto il consumo di energia spegnendo tutte le apparecchiature in stand-by, tra stampanti, scanner, fotocopiatrici e macchina del caffè. Sono questi infatti alcuni dei piccoli accorgimenti che possono adottare tutti, utili a rottamare lo spreco e che riducono di percentuali anche cospicue il consumo di energia. Per far sperimentare in prima persona agli alunni cosa significa produrre energia ecosostenibile alcune classi hanno realizzato dei fornetti ad energia solare con materiali di riciclo: scatole da scarpe, cartoncino nero per attirare il sole, alluminio sulle pareti per riflettere i raggi, foglio acetato trasparente per permettere ai raggi di entrare e al calore di non uscire. Misurata la temperatura iniziale con l’app Termometro ambiente, gli alunni hanno “infornato” la focaccia portata per merenda, dopo dieci minuti hanno rilevato la temperatura finale e quindi l’incremento, che in alcuni casi è stato di 12 gradi. Al termine i ragazzi hanno potuto mangiare la loro merenda intiepidita senza consumare energia, ma sfruttando una risorsa rinnovabile, disponibile ovunque e gratuita! Altre classi hanno realizzato l’edizione “speciale” di un giornalino digitale e interattivo che è stato pubblicato sul sito della scuola. Questa versione digitale utilizza il sito web Calameo, che permette di sfogliarlo e di leggere i contenuti interattivi costituiti da letture (registrazioni vocali), brevissimi video, e interviste. In 2F in un bel lavoro di gruppo gli alunni Matteo Fazzari, Alaa Marouf, Oleo Metalia e Ranim Zaddem hanno analizzato la storia del commercio mondiale, partendo dal periodo delle esplorazioni geografiche e dell’atlantizzazione delle rotte commerciali e arrivando a parlare di come si produce uno smartphone, dei problemi ambientali e della sostenibilità.  “La pandemia ha messo in evidenza quanto tutti siamo fragili, drammaticamente interconnessi e quanto abbiamo logorato il mondo in cui viviamo– dice il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Rapallo Giacomo Daneri – I bambini e i ragazzi che oggi frequentano le scuole, domani dovranno decidere del futuro degli uomini, del paesaggio, della Terra. Per questo occorre che abbiano delle buone conoscenze di base in campo ambientale per dare vita a una società, a lavori e a città sostenibili. La scuola da questo punto di vista può avere un ruolo molto importante fornendo conoscenze su cambiamenti climatici, uso razionale delle risorse energetiche e riciclo dei rifiuti. Argomenti che i nostri docenti trattano trasversalmente un po’ in tutte le materie”.        Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

FUTURA DANTE PARTE DA RAPALLO

Written by admin. Posted in News, Notizie home

E’ un festeggiato speciale: trascorsi ben 700 anni dalla sua morte, quello che ha scritto non ha perso un grammo di attualità, resistendo allo spazio e al tempo. Le celebrazioni per Dante Alighieri si stanno moltiplicando in tutta Italia, a dispetto della pandemia che ha reso difficili gli eventi in presenza. Il Ministero dell’Istruzione, nell’ambito del Piano nazionale per la scuola digitale, ha colto la sfida di festeggiarlo in Rete con l’iniziativa Futura Dante: le scuole di tutte le regioni italiane parteciperanno a laboratori sulla figura e l’opera del Sommo Poeta utilizzando le tecnologie digitali. L’Istituto Comprensivo Rapallo sarà una delle due scuole italiane che parteciperanno alla diretta di apertura, che si svolgerà lunedì 22 marzo a partire dalle ore 11,00 (al seguente canale: https://vimeo.com/521765608). La sezione digitale ha infatti aderito al laboratorio #DanteSocial, che intende valorizzare l’opera di Dante sui social network, creando Dantopoly, videogioco che rilegge in chiave dantesca il popolare Monopoli. Ma Rapallo è presente anche nel primo Dante Mode italiano, laboratorio digitale sulla fenomenologia dantesca, a cui l’Istituto Fortunio Liceti partecipa, insieme ad altre 17 scuole italiane, con due studenti, Samuele Dal Canto e Alice Castagneto, accompagnati dal Prof. Giovanni Dodero. Anche se il 90% dell’italiano di oggi è già presente nella Divina Commedia, il poema non è di facile lettura: #DanteSocial promuove la sua conoscenza attiva con un approccio innovativo che passa per Instagram e Twitter. La creatività corre sui social: accanto a Dantopoly gli alunni della sezione digitale dell’Istituto rapallese hanno lavorato su Dante creando calligrammi delle terzine di un canto, versioni in emoji dei versi danteschi e hanno rivisitato in chiave moderna i versi della Divina Commedia proponendo nuovi versi originali. Per chi è curioso di vederli, insieme ai lavori di tutte le altre scuole d’Italia, #DanteSocial sarà online da lunedì 22 a venerdì 26 marzo 2021. L’iniziativa ha come sede di coordinamento per la diretta streaming la Sala Dantesca della Biblioteca Classense di Ravenna, in collegamento con scuole e studenti di tutta Italia. Parteciperanno all’iniziativa alcuni fra i massimi esperti di Dante: Giulio Ferroni, professore emerito di Storia della letteratura all’Università Sapienza di Roma, Luca Serianni, presidente della Fondazione “I Lincei per la scuola”, Francesco Sabatini, presidente emerito dell’Accademia della Crusca. Le scuole liguri possono ancora partecipare all’iniziativa, iscrivendosi al link http://bit.ly/DanteSocial. Le Muse Liguri delle équipe formative territoriali sono pronte a guidarle e a interagire con loro via social.          Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

L’IC RAPALLO PER IL FRIDAY FOR FUTURE

Written by admin. Posted in News, Notizie home

A due anni dal primo sciopero per la crisi climatica, i ragazzi tornano a riempire le piazze, reali e digitali, per costringere la politica ad agire ora per la crisi climatica. Venerdì 19 marzo, giornata mondiale di azione per il clima, il movimento Fridays for Futures proporrà infatti azioni fisiche, dove possibile e nel rispetto assoluto delle norme anti Covid 19 per la tutela della salute,  e azioni on line. Gli insegnanti dell’Istituto Comprensivo Rapallo dedicheranno, nel corso della mattinata di venerdì, una particolare riflessione sul tema, che viene affrontato, durante tutto l’anno, nell’ambito dell’Educazione civica. Ma alcune classi parteciperanno anche alle azioni sul web, con un video in cui sulle note di “Picnic all’inferno” di Piero Pelù  ricorderanno la necessità di azioni concrete contro il cambiamento climatico esprimendo la loro la volontà di reclamare a gran voce il diritto di vivere in un mondo migliore. Il Video Friday For Future riprende il discorso che Greta Thunberg fece nel dicembre 2018 a Katowice in occasione della COP24, fondendo le voci della giovane attivista svedese, del cantante e quelle dei ragazzi nelle loro classi.    Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

CREATIVITA’ IN MASCHERINA

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Da un anno a questa parte la parola “mascherina” è uscita dallo spensierato ambito del Carnevale per entrare in quello drammatico della lotta al Coronavirus. Diventate parte della vita quotidiana di tutti come doverosa abitudine, le mascherine chirurgiche a scuola sono indossate dai ragazzi per sei ore consecutive, ed è ammirevole la loro sopportazione di questo scomodo obbligo. All’Istituto Comprensivo Rapallo gli insegnanti hanno pensato che, almeno per Carnevale, sarebbe stato bello se i ragazzi avessero potuto ripensare alle mascherine nel loro significato originario ed è nato così il concorso Creatività… in mascherina, che ha premiato la trasformazione della propria mascherina nella maschera più originale. Una giuria composta dai docenti di Arte ha scelto le “opere” che si sono distinte per creatività, qualità e messaggio comunicato. A decretare i vincitori un rapallese illustre come Carlo Chendi, prolifico sceneggiatore Disney (sue alcune delle più belle storie di Paperino) e decano dei fumettisti liguri. In palio buoni acquisto presso le librerie cittadine e materiale didattico come album, blocchi da schizzi, pennarelli, matite colorate ed evidenziatori. “La creatività è un formidabile antidoto contro la noia e l’angoscia – dice Giacomo Daneri, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Rapallo – Lo sappiamo bene a scuola, dove spesso i ragazzi re-inventano gli oggetti più comuni, dando loro la propria impronta personale. Ripensare la mascherina, accessorio scomodo ma oggi indispensabile, trasformandola in una tela su cui sbizzarrirsi per esprimere la propria personalità o comunicare un messaggio, può aiutare a sdrammatizzare la situazione che i ragazzi stanno vivendo”. I ragazzi hanno risposto con entusiasmo all’invito, rendendo la scelta dei docenti e di Chendi da subito difficilissima. Le loro mascherine si sono trasformate in musi di animali, becchi di pappagalli, ali di farfalla, ragni, pesci, serpenti, maiali, ma anche campi da calcio, fondali marini, cime di montagne con tanto di lupi ululanti. C’è chi ha disegnato il muso del proprio coniglietto, chi bizzarri alieni, chi le ha riempite di cuori, chi le ha decorate con disegni astratti e chi ha voluto dare un messaggio ambientale. , Non sono mancati gli omaggi ai protagonisti dei film o delle trasmissioni preferite, così alcune mascherine riportavano i volti dei Pokemon, di Yoda e dei Minions, Molti hanno visto la mascherina come un accessorio d’abbigliamento personalizzabile a seconda dell’outfit e l’hanno arricchita di nastri, inserti in stoffa, bottoni, paillettes, pon pon, catenelle e perfino monete. Gli alunni della 2B digitale dell’Istituto hanno realizzato le locandine pubblicitarie dell’evento, coloratissime e personalizzate, proprio come le mascherine. I vincitori sono stati sei: due primi premi, due secondi e due terzi, a cui si aggiungono due menzioni speciali. Ecco i loro nomi: PRIMO PREMIO Yana Stevoli  (3A) e Giulia Ghibaudo (3A) SECONDO PREMIO Martina Pizzaferri (3D) e Irene Verrina (2B) TERZO PREMIO Sharlot Patoshi (1H) e Giacomo Devoto (1C) MENZIONE SPECIALE Giuseppe Cirillo (2A) e Nicolò Cignatta (1D)                Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

RICORDANDO VIVETTA VALACCA

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Ci sarà un po’ di Vivetta nella biblioteca scolastica dell’IC Rapallo. A un anno dalla prematura scomparsa della poetessa Vivetta Valacca, alcuni dei suoi amati libri saranno a disposizione di bambini e ragazzi della scuola grazie alla volontà del marito, Roberto Pagella, che ha voluto donare agli istituti scolastici cittadini gran parte della libreria di famiglia. Insegnante di materie letterarie presso il Liceo “Da Vigo” la Prof. Valacca con grande passione associava all’attività di docente l’impegno per la scrittura e per la poesia. Di recente aveva fondato a Rapallo la “Casa della poesia” ed era in procinto di inaugurare un Premio, dedicato anche ai giovani. Tra i libri donati alla nostra biblioteca scolastica delle medie, una copia della Divina Commedia, un volume di poesie di lirici greci, un volume sulla letteratura del Ducento, i libri della serie “Mondo Piccolo” di Giovanni Guareschi, quelli di filosofia di Luciano de Crescenzo, molti romanzi contemporanei, gialli d’autore, spy stories e libri fantasy. Gesto dal profondo e commovente significato, la donazione ci sembra il modo migliore per ricordare una lettrice onnivora, che ha trascorso la vita immersa nei libri e tanto si dava da fare per promuovere la lettura presso i più giovani. Un ringraziamento al Comitato Genitori Rapallo che si è adoperato per il trasporto e il montaggio di una libreria, anch’essa donata, nei locali della scuola Pascoli. Nella foto un particolare del patrimonio librario della Prof.ssa Valacca

   

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather