Archivio Autore

Analisi del territorio

Written by admin. Posted in Notizie home

rapallo-dallalto             Il Comune di Rapallo è situato al Centro del Golfo del Tigullio, in provincia di Genova, nella fascia costiera di Levante, a 30 km dal capoluogo di Regione. La città, la più popolosa del Tigullio, è al 6° posto in Liguria. Oltre alla zona del centro storico che costituisce una parte molto limitata del territorio di Rapallo, nel secondo dopoguerra e soprattutto durante il boom economico degli anni sessanta, sono sorti e si sono sviluppati i quartieri di Via Betti, S. Anna e Laggiaro, densamente popolati,  e negli ultimi trent’anni il centro abitativo in località S. Maria del Campo (ex zona rurale). Diverse sono le offerte proposte per garantire servizi utili alle famiglie e arricchire la permanenza a scuola degli alunni. Il comune ha previsto una serie di servizi aggiuntivi tra cui risultano di particolare gradimento ed importanza il pre-scuola, lo scuolabus e la mensa scolastica, La popolazione di 30.785 residenti, ha subito un notevole incremento nell’ultimo decennio, sia nella densità demografica che nell’elevata densità abitativa (914 ab./km²). La popolazione da 0 a 14 anni è pari a 3468, da 15 a 64 anni 19.220 e oltre i 65 anni 8097. Il contesto socio-culturale del territorio di Rapallo, appare caratterizzato da trasformazioni che configurano una particolare condizione di complessità. Negli ultimi anni le condizioni di vita materiale di una parte consistente dei cittadini sono peggiorate. La famiglia tradizionale così come veniva intesa nel passato sta oggi subendo profonde trasformazioni. I nuclei familiari sono spesso frammentati e sono sempre più numerose le famiglie composte da persone sole (per lo più giovani o anziani), che vivono con un reddito che talvolta non basta a coprire i loro bisogni primari. Le attività principali sono: il commercio e l’artigianato a cui appartengono piccole e medie imprese. Data la vocazione turistica della città, è molto sviluppato il terziario con il settore alberghiero e della ristorazione.In particolare il nostro comune risulta interessato da profondi processi di inurbamento connessi ai nuovi flussi immigratori, rappresentati dal 9,8% della popolazione e provenienti in gran parte da Albania (26,29%), Romania (14,48%), Ecuador (11,3%), Sri Lanka (6,42%). Nel nostro Comune si assiste oggi ad un processo di assestamento strutturale dell’immigrazione: prolungamento del periodo di residenza, i numerosi ricongiungimenti familiari e l’aumento del numero degli immigrati con prole, l’alta percentuale di soggiornanti che hanno ottenuto la residenza. È cambiata, dunque, la struttura dell’immigrazione: si parla di stabilizzazione, di integrazione. Per molti la scuola e le occasioni di partecipazione democratica che essa promuove rappresentano una concreta possibilità di aggregazione e scambio di esperienze. Spesso i genitori vengono sollecitati dalla scuola a collaborare attivamente alla realizzazione di iniziative di scambio culturale o a contribuire in prima persona alla riuscita di eventi e di manifestazioni organizzate per contribuire a far sì che la scuola sia veramente la scuola di tutti. Fonte: dati ISTAT 31/12/2011 RAPPORTI CON IL TERRITORIO Sul territorio operano vari enti locali fondamentali per agevolare la soluzione di problemi vari legati alla gestione della scuola e delle sue componenti o per entrare in collaborazione e condivisione con divere realtà storico-culturali-sociali del territorio. Tali enti costituiscono una risorsa fondamentale per il nostro Istituto, al fine di rispondere a bisogni e necessità concreti e per offrire servizi e proposte educative sempre più attente alle esigenze del territorio. Tra gli altri ricordiamo in particolare::
  • Il Comune di Rapallo;
  • I Servizi Sociali;
  • La ASL n.4;
  • Il Villaggio del Ragazzo di San Salvatore di Cogorno (collaborazione per progetti di mediazione culturale per stranieri e di consulenza psicopedagogica per docenti e genitori);
  • Consorzio Agorà di Rapallo (collaborazione per progetti contro la dispersione scolastica);
  • Il Centro diurno Educativo Assistenziale “Emiliani”di Rapallo (convenzione per rispondere a necessità familiari e di assistenza doposcuola);
  • L’Ente Parco di Portofino (convenzione nell’ambito della valorizzazione ambientale);
  • La Lega Navale Italiana;
  • L’Associazione “Marinai d’Italia”.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Premessa: il perché delle nostre scelte

Written by admin. Posted in Notizie home

La scuola italiana sta attraversando un periodo di grandi cambiamenti, ma anche di incertezze. La stagione dell’autonomia, iniziata  con le riforme degli anni a cavallo del Duemila, non è stata compiutamente realizzata e anzi rischia di impantanarsi in una selva di provvedimenti e regolamenti non sempre di direzione univoca. La difficile situazione economica non favorisce gli investimenti statali in ambito scolastico e le singole scuole si trovano a dover affrontare situazioni e bisogni sempre più profondi e complessi, con risorse sempre meno sufficienti. La società chiede, giustamente, molto  alla scuola, ma spesso  senza comprendere del tutto la situazione di difficoltà in cui i nostri istituti si dibattono, tra richieste di qualità nei risultati, di dotazioni tecnologiche e di preparazione del personale sempre più adeguate al ritmo del progresso, di risposta ai più disparati bisogni educativi. Come si sa, negli ultimi decenni, anche nella nostra città si sono verificati numerosi cambiamenti: è cresciuta la percentuale della popolazione immigrata, la struttura della famiglia è notevolmente mutata, e, nell’ambito scolastico, sono emersi nuovi bisogni educativi (disabilità, DSA, integrazione degli allievi stranieri) ed è cresciuta la domanda di una preparazione più consona alle esigenze del mondo del lavoro, con un’attenzione specifica all’utilizzo delle nuove tecnologie anche in ambito scolastico (LIM, libri misti, interattività, ecc). Che ruolo ha allora il nostro Istituto, da poco trasformato in Comprensivo, in questa situazione e in particolare nel territorio di Rapallo? Il nostro scopo è quello di costruire un Istituto
  • capace di accompagnare gli allievi attraverso le varie tappe della loro crescita, attento alla loro maturazione graduale, ma anche in grado di proporre” salti” qualitativi propri di ciascun ordine di scuola (Infanzia, Primaria, Secondaria di primo grado);
  • che valorizza il rispetto attento delle regole, di se stessi e degli altri, per costruire persone corrette, responsabili, consapevoli e sensibili;
  • attento ai bisogni educativi che emergono, nel tentativo di “non lasciare indietro nessuno”, anche attraverso una maggiore individualizzazione dell’offerta educativa;
  • che sappia valorizzare adeguatamente anche le eccellenze e i talenti personali più diversi;
  • radicato saldamente nel territorio, consapevole delle sue tradizioni e dei suoi valori, sensibile alle esigenze che si manifestano all’interno dell’utenza;
  • aperto alle culture di altri popoli, favorendo l’integrazione linguistica e sociale;
Le scelte  che proponiamo nel nostro Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.),  nell’ambito degli obiettivi generali del Sistema nazionale d’istruzione, vogliono concretamente realizzare questi valori e questi obiettivi, pur nella consapevolezza delle difficoltà che dovremo affrontare. Il P.O.F. dell’Istituto è soggetto ad una verifica e ad un confronto continuo per essere costantemente migliorato.  Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Che fare dopo le Medie: oggi pomeriggio un incontro per i genitori

Written by admin. Posted in News

mafalda_dubbio           Terza media… e poi? Non tutti hanno le idee chiare sul percorso da intraprendere dopo le medie. Oggi pomeriggio alle 16,30, presso l’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo di Rapallo, in via Frantini 7, la Provincia di Genova in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, presenterà un incontro specificatamente rivolto ai genitori degli studenti delle classi seconde per far conoscere la riforma della scuola superiore e di illustrare le opportunità formative del territorio, anticipando così una riflessione sulla scelta formativa del prossimo anno. All’incontro parteciperanno il preside Maffezzini, responsabile del progetto ORIS sull’orientamento scolastico e le funzionarie Elminia Bravo e Sonya Vignolo. Clicca qui per scaricare il volantino informativo: Volantino incontro Rapallo 6 3 13    Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Con un tutor a scuola si impara che studiare è bello

Written by admin. Posted in Notizie home

IMG_6238

Parte da Rapallo un innovativo progetto contro l’insuccesso scolastico che affianca uno studente del Liceo a uno delle Medie. Per avere un sostegno su cui contare e combattere la sfiducia e far affiorare potenzialità e nuovo entusiasmo

Studenti sfiduciati, annoiati, con rapporti difficili in classe. In Italia sono sempre di più i ragazzi che manifestano i primi sintomi di un disagio che può portare all’abbandono precoce della scuola: si parla di due studenti su dieci (50mila su due milioni e mezzo) che lasciano i banchi prima di terminare le medie. Un fenomeno che investe in modo talora significativo le scuole del Tigullio e che anche gli insegnanti del territorio hanno imparato a riconoscere e a temere come punto di partenza di percorsi sbagliati, dalla microcriminalità al bullismo e all’abuso di alcol e droghe. Dalla volontà di prevenire questo fenomeno già dalla scuola Media e dalla ricerca di nuovi stimoli e percorsi per l’apprendimento nasce il Progetto Chirone, promosso dall’Istituto Comprensivo di Rapallo (ex Giustiniani) in collaborazione con il Liceo Da Vigo di Rapallo. L’idea è quella di affiancare a ogni studente “a rischio” uno studente più grande – una sorta di mentore – che, instaurando un rapporto di fiducia personale, aiuti l’alunno più giovane a migliorare il suo metodo di studio e a ritrovare fiducia in se stesso. Con il sostegno della scuola: gli incontri avverranno nelle aule dell’Istituto Comprensivo di via Frantini, due ore pomeridiane due volte alla settimana, e con l’impegno del Liceo Classico Linguistico Da Vigo e Scientifico Nicoloso da Recco, che selezionano e preparano i “tutor”, offrendo loro in cambio crediti formativi. Nella mitologia classica Chirone è il saggio centauro che fa da maestro ad Achille e lo aiuta a fare emergere la sua natura di eroe: “Le più recenti ricerche pedagogiche si concentrano sull’efficacia della ‘peer education’, l’educazione tra pari, che offre un aiuto a tutti coloro che si trovano in difficoltà scolastiche per motivi diversi: timidezza, scarsa motivazione allo studio, mancanza di un metodo di studio adeguato, poca autostima – spiega il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Rapallo Giacomo Daneri – Il fatto che il mentore dei ragazzi sia uno studente di pochi anni più grande permette ai giovani studenti lo stabilirsi di un’immediata reciproca fiducia e offre loro al contempo un modello positivo di comportamento che arricchisce la loro formazione. L’attenzione individuale rivolta dallo studente più grande offre nuovi interessi a quello più giovane, lo aiuta a far emergere le sue attitudini, a farlo sentire speciale, a fortificarsi. In questi tempi di innovazioni tecnologiche, che ci stanno abituando all’idea che si possa apprendere anche senza nessuno accanto, noi scegliamo con forza l’idea della relazione reale e diretta tra due persone per un reale apprendimento”. La scelta degli studenti del Liceo non è casuale, ma tiene conto delle loro capacità e del merito: “Il nostro Istituto individuerà tra gli allievi del terzo e quarto anno di corso quelli che si distinguono per profitto e, tra questi, quelli disponibili a partecipare al progetto – dice il Dirigente Scolastico del Da Vigo, Nazaria Persia – Gli allievi individuati dovranno aver conseguito una media elevata nelle votazioni del primo trimestre soprattutto nelle discipline coinvolte (italiano, matematica, inglese e francese). Agli studenti-tutor sarà previsto un credito formativo ai fini del punteggio annuale per l’esame di Stato. Per gli studenti del quarto anno l’esperienza di tutoraggio potrà essere fatta invece valere come alternanza scuola-lavoro. A quanto ci risulta è la prima esperienza di questo tipo in Italia e il fatto ci inorgoglisce”. Aggiungono ancora i due dirigenti: ”Fino a questo momento la collaborazione in “verticale” tra i nostri istituti si limitava alle iniziative per l’orientamento o alla partecipazione agli “open day” organizzati dalle scuole superiori; dal prossimo mese iniziamo un’esperienza completamente nuova, in cui i protagonisti assoluti saranno i ragazzi, in un rapporto reciproco di soddisfazione, che, siamo sicuri, sarà apprezzato anche dalle famiglie”. Il progetto prevede due tutoraggi settimanali, indicativamente dalle ore 14,30 alle ore 16,30, da febbraio a maggio, per un totale di circa 40 ore. Saranno gli insegnanti dell’Istituto Comprensivo di Rapallo a individuare gli studenti bisognosi di recupero e a proporre alle loro famiglie di essere sottoposti all’attività di tutoraggio. Potranno essere aggiunti all’elenco citato anche altri alunni che, a giudizio dei docenti del Consiglio di Classe o anche su richiesta delle famiglie o degli stessi allievi, presentino problematiche nel metodo di studio. Gli insegnanti referenti del progetto, sia dell’Istituto Comprensivo che del Liceo Da Vigo, verificheranno periodicamente l’opera dei vari tutor, fornendo loro incoraggiamento e sostegno.Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Mi illumino di meno anche a scuola

Written by admin. Posted in News

L’Istituto Comprensivo Rapallo ha aderito a  “M’illumino di meno”, la Giornata del Risparmio Energetico organizzata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, su Radio2, in occasione dell’anniversario della firma del Protocollo di Kyoto. In nome della sostenibilità energetica la scuola media ex Giustiniani, la primaria Pascoli e le scuole dell’Infanzia di via Arpinati e di via Bobbio hanno spento simbolicamente le luci nelle aule per un’ora, dedicando una parte delle lezioni della giornata alla discussione sulle buone pratiche per il risparmio energetico e la salvaguardia delle risorse naturali. Mi illumino per sitoFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather